Formula 1 - Vado al Max
Fonte foto: Twitter Red Bull

Formula 1 - Vado al Max

L'olandese della Red Bull commette un altro errore, in questo turbolento inizio di stagione, rovinando la gara di Vettel e la sua.

Alessio17
Alessio Evangelista

Inizio di stagione tribolato per Max Verstappen che, dopo i testacoda australiani ed il ritiro in Bahrein, aggiunge un altro pezzo di puzzle alla sua collezione spericolata centrando Sebastian Vettel nel Gran Premio di Cina. Dieci secondi di penalità e quinta posizione finale per il pilota olandese che, vista l'ottima strategia della Red Bull in regime di Safety Car, avrebbe potuto battagliare con Ricciardo per la vittoria. E invece no, un altro peccato di gioventù per il talento classe 97' che, dopo aver bisticciato ancora un po' con Hamilton, ha deciso di centrare Sebastian Vettel nella brusca frenata dopo il lungo rettilineo.

Una mossa azzardata e poco logica visto che l'olandese, con mescola più morbida rispetto al pilota della Ferrari, avrebbe potuto passare il tedesco qualche metro più tardi dato il passo decisamente diverso tra le due monoposto. Risultato? Gara rovinata per entrambi con il leader della classifica iridata che ha chiuso all'ottavo posto mentre Max, penalizzato di dieci secondi, si è dovuto accontentare della quinta posizione alle spalle di Hamilton, due volte sorpassato nel corso della gara. 

Fonte foto: Twitter Formula 1
Fonte foto: Twitter Formula 1

"Max ha esagerato, ha commesso un errore. Si è scusato, sono cose che nelle corse possono accadere, ma sa bene quale chance ha perso oggi. Aveva una vittoria a portata di mano, e ha gettato via tutto. Ma è giovane, molto giovane, e può accadere". Queste le parole di Helmut Marco che, a fine gara, non le manda a dire al pilota olandese, complice anche la prestazione maiuscola del compagno di squadra Ricciardo, funambolo nei sorpassi e, allo stesso tempo, intelligente nel comprendere dinamiche e spazi. "È un talento fenomenale, ed è intelligente per riconoscere gli aspetti su cui deve lavorare. Ha un istinto 'racing' eccezionale, ma oggi è stato impaziente, e questo lo ha portato a sbagliare", aggiunge il TP Chris Horner. 

Infine a fare mea culpa ci pensa proprio il diretto interessato che analizza cosi l'episodio e l'inizio di stagione non proprio idilliaco: "Il mio inizio di stagione è uno schifo, dice Verstappen. Lo è per una serie di fattori. Tante cose sono andate storte e non è certo quello che volevo. Sicuramente devo cercare di rivedere tutto e fare meglio a partire dalla prossima gara. Avrei potuto aspettare un po' di più per attaccare Vettel. Chiaramente è più facile parlare al termine della corsa, ma in quel momento ho bloccato le gomme e gli sono finito addosso. Ho chiesto scusa a Vettel, sicuramente non volevo colpirlo. Purtroppo non posso cambiare le cose ora". E adesso si pensa già all'Azerbaijan dove a trionfare, la scorsa stagione, fu proprio Ricciardo: "E' normale che ora io sia molto criticato, ma ognuno ha le proprie opinioni e anche io ho la mia. Non sono contento di me stesso e del risultato, perché oggi avremmo potuto chiudere la gara con una doppietta abbastanza facilmente. Ho deluso il team, ma ci riproverò la prossima volta".

VAVEL Logo