WSBK, Gp della Repubblica Ceca - La SBK torna a Brno e Rea punta Fogarty
Twitter

WSBK, Gp della Repubblica Ceca - La SBK torna a Brno e Rea punta Fogarty

Dopo 5 anni si torna in Repubblica Ceca, dove andrà in onda una nuova sfida tra i centauri della SBK

ciro-vassallo
Ciro Vassallo

Due settimane dopo il trionfo di Michael Van der Mark, che si è regalato il primo successo e una doppietta da favola lungo le curve di Donington Park, il mondiale SBK torna in pista e ritorna, cinque anni dopo, in quella che molti ritengono come una delle università delle due ruote: Brno. Il ritorno in Moravia potrà farci capire se quello dell'olandese della Yamaha è stato un colpo isolato o se l'accoppiata VdM-Yamaha funziona e potrà continuare a divertire e vincere. Dalla Gran Bretagna, il WSBK se n'è andato anche con la consapevolezza di un nuovo top rider nel circus, dato che il turco Toprak Razgatlıoğlu ha conquistato il suo primo podio nella categoria, mettendosi dietro anche il Cannibale Jonathan Rea, che ha guardato maggiormente al mondiale e si è accontentato di due podi, che gli han permesso di scavare un solco di 64 punti nei confronti di una Ducati, quella di Chaz Davies, che sta provando in ogni modo a salvare il salvabile. A Brno, dunque, potrebbe tornare il duello tra il leader iridato e il gallese della Ducati, che vorrà rifarsi dopo il brutto fine settimana del Gp di casa, ma attenzione perché anche Jonathan Rea ha le sue buone motivazioni per puntare al successo, con una vittoria riscriverebbe ulteriormente la storia della SBK, poiché supererebbe il record di Carl Fogarty.

 

IL TRACCIATO - Il circuito è situato a 14 km dall'omonima cittadina ceca. Nato nel 1987 come circuito permanente, in un'area non distante dalla zona del circuito originale, è stato creato unendo le strade vicino Brno. Il tracciato, lungo 5403 metri, presenta 14 curve, di cui 8 a destra e 6 a sinistra ed è caratterizzato dalla presenza di un primo tornante (intitolato a František Šťastný) a destra, poi immediatamente dopo si ha una curva a sinistra che è seguita da un rettilineo di 500 m circa che comincia in leggera ascesa per poi finire in leggera discesa (formando così una gobbetta). Ci si immette successivamente in una chicane sinistra-destra, un rettilineo in discesa, una zona guidata caratterizzata da 5 curve (detta Stadion) di cui 3 a destra e 2 a sinistra, poi si ha un rettilineo in discesa a cui segue un tornante a destra (intitolato a Kevin Schwantz). Qui il circuito comincia a salire per arrivare alla seconda chicane sinistra-destra, a cui segue un rettilineo in salita che termina con la curva a S finale (anch'essa sinistra-destra). Nel 2008 è stato completamente riasfaltato.

 

FAVORITI - Dopo il dominio di Van der Mark a Donington, molti si chiedono se il centauro olandese sia in grado di continuare a lottare con le giganti Ducati e Kawasaki e il round ceco arriva proprio a puntino. Jonathan Rea sarà motivato e vorrà tornare a dettare il passo, dopo aver lasciato fare al pilota della casa nipponica e a Brno potrebbe trovare il successo che lo consacrerebbe nella storia come il più vincente di sempre e con un ulteriore successo allungherebbe ancora in ottica iridata. Non vorrà esser da meno Tom Sykes, che a Donington non è riuscito a far meglio di un terzo posto e dunque vorrà rifarsi in Moravia, dopo aver dimostrato di essersi ritrovato a bordo di una ZX10-RR che ad inizio anno proprio non gli si addiceva. 

Chi, per forza di cose, dovrà invertire la tendenza e dovrà tornare al successo sarà la Ducati, con Chaz Davies, per continuare a cullare i sogni di iride, e Marco Melandri, che non vince da Phillip Island e che da troppe gare ormai non ottiene risultati di livello, come Alex Lowes che non è riuscito a raccogliere minimamente quanto fatto dal suo team-mate. 

Possibili outsiders potrebbero essere il turco Toprak Razgatlıoğlu, reduce dal podio di Donington, così come Lorenzo Salvadori che a Donington non ha sfigurato. Xavi Forès, invece, dovrà trovare risultati dopo un inizio davvero ottimo, che è andato scemando insieme alla prestazionalità della Panigale, mentre Leon Camier dovrà dar seguito agli ottimi risultati ottenuti in questa stagione. 

 

ORARI TV - Il week-end andrà in onda dalle prove ufficiali del Sabato, che saranno trasmesse su Italia 2, mentre le gare passeranno su entrambi i canali Mediaset.

Venerdì 8 giugno
09:45 FP1 Superbike
12:30 FP2 Superbike
16:05 FP3 Superbike

Sabato 9 giugno
08:45 FP4 Superbike
10:30 Superpole SBK (Italia2)
13:00 Gara 1 Superbike (Italia1 e Italia2, differita su Eurosport 2 alle 

Domenica 10 giugno
13:00 Gara 2 Superbike (Italia1 e Italia2, differita su Eurosport alle 23:30)
 

VAVEL Logo