Formula 1 - Gran Premio di Gran Bretagna: super vittoria di Vettel davanti ad Hamilton e Raikkonen
Fonte foto: Twitter Formula 1

Formula 1 - Gran Premio di Gran Bretagna: super vittoria di Vettel davanti ad Hamilton e Raikkonen

Il tedesco trionfa a Silverstone grazie ad un sorpasso, negli ultimi giri, su Bottas mentre in seconda posizione chiude Hamilton dopo una grande rimonta. A completare il podio, Kimi Raikkonen.

Alessio17
Alessio Evangelista

Sebastian Vettel vince un pazzesco Gran Premio di Gran Bretagna e allunga su Hamilton in classifica. A Silverstone gara stupenda con il tedesco della Ferrari che si prende la vittoria grazie ad un sorpasso magnifico, negli ultimi giri, nei confronti di Valtteri Bottas. Seconda posizione per un altrettanto grande Hamilton che, dopo il contatto al via con Raikkonen, rimonta dall'ultima posizione. A completare il podio c'è proprio il finlandese della Ferrari che precede Bottas e Ricciardo. Ritiro per Verstappen e per Leclerc con il pilota della Alfa Romeo-Sauber che era settimo. 

IL RACCONTO DELLA GARA

Partenza scoppiettante con Vettel che ha uno scatto migliore di Hamilton e gira in testa alla prima curva. L'inglese parte malissimo: viene scavalcato da Bottas e da Raikkonen che lo tocca in Curva 3 provocando il testacoda della sua Mercedes. Vettel, approfittando della confusione in avvio, prova subito a fare il vuoto su Bottas mentre Raikkonen sorpassa Ricciardo ma viene penalizzato con 10 secondi di penalità. Hamilton, dopo il contatto al via, riparte dalla penultima posizione ma dopo dieci giri è già in ottava posizione. Rimonta furiosa del quattro volte campione del Mondo che al decimo giro sorpassa anche Hulkenberg portandosi in sesta posizione.

Al quattordicesimo giro Raikkonen apre le danze fermandosi ai box, con annessa penalità scontata. Il primo a rispondere al finlandese è la Red Bull che alla diciottesima tornata con Verstappen che rientra in quinta posizione con otto secondi di vantaggio dalla Ferrari numero 7 mentre, nel giro successivo, è Ricciardo a fermarsi con l'australiano che, al pari del compagno si squadra, torna in pista davanti a Raikkonen. Si ferma anche Leclerc che, però, è costretto al ritiro a causa di un problema alla trasmissione. Grandi rimpianti per il classe 97' che era in settima posizione. 

Alla ventunesima tornata va ai box anche Vettel, che rientra davanti ad Hamilton, mentre Bottas si ferma al giro successivo rientrando alle spalle del tedesco della Ferrari e del compagno di squadra. L'ultimo a fermarsi è proprio il campione del Mondo in carica che torna ai box al giro numero 26 rientrando in sesta posizione. Seconda parte di gara elettrizzante con Hamilton che spinge come se non ci fosse un domani mentre Bottas, giro dopo giro, rosicchia decimi su Vettel. Al trentunesimo giro prima svolta della Red Bull che ferma Ricciardo per la seconda sosta (gomme soft). Due giri più tardi Ericsson va a muro in Curva 1 causando l'entrata della Safety Car. 

Carte rimescolate con Vettel, Verstappen e Raikkonen che si fermano montando la soft nuova mentre le due Mercedes restano fuori con Bottas che passa in prima posizione mentre Hamilton sale in terza posizione, alle spalle di Vettel. Alla ripartenza le posizioni restano inalterate con Raikkonen e Verstappen che danno spettacolo ma, al secondo settore, Grosjean e Sainz vanno fuori entrambi provocando l'ingresso di una nuova Safety Car. Alla seconda ripartenza stesso copione con Vettel nel panino della due Mercedes mentre al quarantatreesimo giro Raikkonen attacca Verstappen prendendosi la quarta posizione.

Finale strepitoso con quattro piloti nell'arco di un secondo e al giro numero 47 capolavoro di Vettel che in Curva 6 sorpassa Bottas prendendosi la prima posizione mentre Verstappen si ritira. Il finlandese della Mercedes viene sorpassato anche da Hamilton e Raikkonen. Sono le ultime emozioni di un Gran Premio pazzesco che Vettel porta a casa grazie ad un sorpasso strepitoso negli ultimi giri su Bottas. Seconda posizione per Hamilton dopo una grandissima rimonta mentre Raikkonen completa il podio nonostante la penalità. 

VAVEL Logo