MotoGP Silverstone: la conferenza stampa dei piloti

Cosa hanno detto i piloti nel Giovedì di Silverstone

MotoGP Silverstone: la conferenza stampa dei piloti
VAVEL SPAGNA

Una tappa in terra inglese che parte con una notizia di mercato attesa: Cruchtlow rinnova fino al 2020 con la LCR Honda. Rinnovo guadagnato in pista per un pilota che ha fatto sempre vedere cose davvero positive. Altra notizia riguarda la KTM con Loris Baz, al ritorno nel circus, come sostituto di Pol Espargaro.

In conferenza stampa sono stati toccati vari punti. Marquez, leader indiscusso del mondiale, ha affermato: "Abbiamo vari tifosi in Indonesia e sono vicino a chi ha sofferto il sisma recente. Voglio mandare il mio messaggio di solidarietà a tutti loro in un momento difficile." Sulla gara è stato molto diretto il classe 93: "La mia filosofia è attaccare sempre e comunque, al di là del vantaggio o meno in classifica. La miglior difesa è sempre l'attacco." 

Altro pilota a prendere parole è Lorenzo, sicuro di poter fare gara vera: "Un giornalista ieri mi ha detto che ho vinto nelle stesse tre gare di Dovizioso lo scorso anno, ma voglio vincere ancora e arrivare a sei sarebbe fantastico."  Di avviso diverso Dovizioso: "Voglio rivincere qui. Ma le gomme saranno una variante interessante e da tenere presente, anche per il nuovo asfalto." 

Valentino Rossi non ha nascosto la faccia nè sulla pista nè sui test probabili con la Yamaha: "In passato il bagnato ha sempre modificato tanti equilibri in pista. Ora succede meno perchè le moto e i piloti si stanno attrezzando e alcuni di noi sono forti nella pioggia. Non sono in crisi io, mi sento meglio e molto più in forma del 2017. Il nuovo test di Misano per il motore? Sembrava pronto, ma non lo abbiamo ancora provato." 

In chiusura ha parlato Cruchtlow: "Sono felice di rimanere in Honda per altri due anni. Sul tempo qui tutto è possibile pioggia come sole per la gara." Bautista, presente anche lui, annuncia il suo ritiro dal Motomondiale e il suo aver accettato la SBK con la Ducati dal prossimo anno. Ammette la sua stagione deludente e le sue colpe per non avere trovato un sedile per l'anno prossimo. Da domani si farà sul serio con le due sessioni di libere per capire cosa può accadere in gara sulla pista inglese".