Formula 1 - Gran Premio d'Italia: le parole di Raikkonen e Vettel
Fonte foto: Twitter Ferrari

Formula 1 - Gran Premio d'Italia: le parole di Raikkonen e Vettel

Doppietta in qualifica per la Ferrari con Kimi Raikkonen in pole position e Vettel al secondo posto.

Alessio17
Alessio Evangelista

Pomeriggio da ricordare per la Ferrari che, dopo 18 anni dall'ultima volta, ha centrato la doppietta in qualifica con Kimi Raikkonen in pole position e Sebastian Vettel in seconda posizione. Terzo posto per Lewis Hamilton che si è dovuto arrendere soltanto nei secondi finali. Queste le parole del pole-man Raikkonen al termine delle qualifiche: "Ci sono andato vicino tante volte ma era sempre mancato qualcosa. Il secondo tentativo è stato più che discreto e sufficiente per la pole. La macchina è andata benissimo, nonostante condizioni meteo piuttosto insidiose. Speriamo che domani la situazione si ripeta. Il pubblico? Sappiamo che abbiamo tanti fan e tifosi qui, fare doppietta è importante, ma è solo metà del lavoro".

Un pizzico di delusione sul volto di Sebastian Vettel che ha commesso un piccolo errore all'ultimo giro. 161 i millesimi di ritardo del tedesco nei confronti del compagno di squadra. Queste le sue parole: "Non sono contento dell'ultimo giro. Devo comunque fare i complimenti a Kimi, è bello avere due Ferrari davanti. Ogni volta che scendevo in pista sentivo il pubblico impazzire e questo è fantastico, anche se personalmente non sono contento delle mie qualifiche".

Entusiasmo a mille, invece, per il Team Principal Maurizio Arrivabene"Per noi è come una doppia pole. I ragazzi erano molto sereni. Nell'ultimo tentativo del Q3 eravamo tutti concentratissimi e abbiamo gestito tutto con calma e serenità, devo fare i complimenti soprattutto a Mattia Binotto e ai suoi tecnici, ma dobbiamo complimentarci con tutti anche a Maranello. È una gioia immensa, ma io ricordo sempre che il sabato punti non se ne fanno. I tifosi? Avevo chiesto il dodicesimo uomo dopo Spa e oggi sembrava di essere in uno stadio di calcio. Noi non siamo qui per togliere il sorriso dalla faccia di nessuno, ma per darlo a quei ragazzi. Le scie? Sì qui possono essere importanti, ma mettere due Rosse davanti a tutte significa che la macchina è veramente forte".

VAVEL Logo