Moto 2 - Il Team Snipers licenzia Romano Fenati
source photo: vavel

Moto 2 - Il Team Snipers licenzia Romano Fenati

Decisione dura ma più che giusta dopo il gesto vergognoso del pilota romano.

Alessio17
Alessio Evangelista

Il Team Snipers ha licenziato Romano Fenati. A comunicarlo è stata la stessa Scuderia che ha deciso di risolvere il contratto del pilota romano, protagonista di una folle manovra nei confronti di Stefano Manzi nel rettilineo che porta alla staccata della "Quercia". Questo il comunicato da parte del Team che prende parte al campionato di Moto 2: "Ecco. Adesso possiamo comunicare che il Marinelli Snipers Team rescinde il contratto con il pilota Romano Fenati per il suo comportamento antisportivo, inqualificabile, pericoloso e dannoso per l’immagine di tutti. Con estremo rammarico, dobbiamo constatare che il suo gesto irresponsabile abbia messo in pericolo la vita di un altro pilota e non possa essere scusato in alcun modo. Il pilota, da questo momento, non parteciperà mai più ad una gara con il Marinelli Snipers Team. Il team, la Marinelli Cucine stessa, la Rivacold, tutti gli altri sponsor della squadra e tutto il gruppo di persone che lo ha sempre appoggiato, si scusano con tutti i tifosi del Motociclismo mondiale".

Sulla stessa linea anche l'Augusta, Team con cui Fenati avrebbe dovuto correre nella prossima stagione. Queste le parole del patron Castiglioni: "È stata la cosa peggiore che abbia mai visto. Farò di tutto per non farlo correre sulla MV Agusta in Moto2 perché non rappresenta i veri valori della nostra azienda. La Dorna dovrebbe squalificarlo a vita da tutte le corse. I veri sportivi non si comporterebbero mai in questo modo".

Infine le parole di Stefano Manzi che non ha nessuna intenzione di perdonare Romano Fenati: "Mi ha affiancato in rettilineo e con la sua mano sinistra ha tirato la mia leva del freno anteriore, viaggiavo a 217 chilometri orari, mi ha toccato con una pressione sulla leva di 20 bar e, considerata la pressione media espressa a Misano di 9 bar, la sua è stata più del doppio. Come ho fatto a non cadere? Avevo già visto la sua intenzione di questo gesto: quando Fenati mi ha affiancato, avevo notato che aveva tolto la mano dalla manopola della moto e, infatti, il nostro è stato un contatto veloce. Insomma, come ho fatto a rimanere in piedi, non lo so. Perdonabile? No. Guardate, si fatica a perdonare una sportellata, figuriamoci un gesto del genere, nel quale un avversario provi ad ammazzare un rivale ad oltre 200 all'ora, tirandogli la leva del freno, non è un gesto perdonabile. Inoltre, la caduta arrivata dopo il nostro contatto è causata dalla scarsa concentrazione che mi era rimasta, sempre a causa del contatto precedente. Io con Romano ho chiuso". 

VAVEL Logo