Formula 1 - La notte buia di Sebastian Vettel
Fonte foto: Twitter Ferrari

Formula 1 - La notte buia di Sebastian Vettel

Terza posizione per il tedesco delle Ferrari che adesso deve recuperare 40 punti nei confronti di Hamilton.

Alessio17
Alessio Evangelista

365 giorni dopo Singapore rischia di rappresentare un altro capolinea per la Ferrari. Nella notte asiatica, quindicesimo appuntamento della stagione 2018 di Formula 1, Lewis Hamilton conquistala settima vittoria in campionato allungando in classifica generale nei confronti di Sebastian Vettel. Il tedesco della Ferrari, quando mancano soltanto sei gare alla fine, ha l'arduo compito di recuperare 40 punti ad un avversario che, in questo momento, sembra essere ai limiti dell'invulnerabilità.

Poche colpe per l'ex pilota della Toro Rosso che, dopo l'ottimo scatto al via con annesso sorpasso a Verstappen, non riesce a scavalcare il suo diretto avversario a causa della rivedibile scelta del muretto Ferrari ed un passo gara pressoché inesistente, come confermato dalle parole dello stesso Vettel: "Credo che sia ovvio che quello che abbiamo cercato di fare non abbia funzionato. Oggi non eravamo abbastanza veloci, non avevamo il passo gara ma all’inizio della corsa abbiamo cercato di essere aggressivi. Poi le cose non hanno funzionato. La sosta? Ho fatto una gara diversa rispetto agli altri, con delle gomme diverse. Non ero convinto che potessi arrivare alla fine, ma fare un’altra sosta non era un’opzione perché avrei perso troppo tempo. Ci siamo concentrati sul portare la macchina al traguardo".

La Ferrari e Vettel si trovano per la prima volta, in questa stagione, con le spalle al muro dopo il secondo gancio pesante rifilato da Hamilton nel giro di due settimane: da un'ipotetica idea di sorpasso in classifica generale al pesante distacco che, adesso, non concederà più errori a pilota e team. Sei gare alla conclusione con 150 punti da assegnare a 40 da recuperare nei confronti del 44 della Mercedes: tra due settimane la Formula 1 sbarcherà un Russia prima del trittico che vedrà impegnati i piloti in Giappone, Stati Uniti e Messico, poi gran finale che avrà luogo ad Abu Dhabi.

Il doppio k.o. Monza-Singapore ma malissimo ma Vettel promette battaglia fino alla fine nonostante la grande delusione: "Chiaramente non aiuta perdere punti, ma oggi, per il modo in cui abbiamo gareggiato, non c’erano opportunità. Forse non eravamo abbastanza veloci. In questo weekend non abbiamo estratto il massimo dal nostro pacchetto". 

VAVEL Logo