Formula 1 - La presentazione del Gran Premio del Giappone
Twitter 

Formula 1 - La presentazione del Gran Premio del Giappone

La presentazione del Gran Premio del Giappone, diciassettesimo appuntamento della stagione. 

alessio17
Alessio Evangelista

Dopo il discutibile, ma fruttuoso, successo di Hamilton in Russia la Formula 1 sbarca in Giappone per il diciassettesimo appuntamento stagionale. Cinque gare alla conclusione con la Mercedes che è in testa sia nel campionato piloti che in quello costruttori. Disperata la rincorsa di Vettel e della Ferrari, il tedesco adesso ha cinquanta punti di svantaggio nei confronti del suo diretto rivale. In questo appuntamento saranno da tenere d'occhio anche le Red Bull con Max Verstappen che si è reso protagonista di una grande rimonta nel Gran Premio di Russia.

RECORD - Quella che si correrà in questo weekend sarà la trentesima edizione del Gran Premio del Giappone, con sede a Sukuza, visto che nel 2007 e nel 2008 la gara è andata in scena sul circuito del Fuji. Per quanto concerne il numero di successi sul tracciato nipponico in testa c'è Michael Schumacher (6 affermazioni) mentre al secondo posto sono appaiati Hamilton e Vettel con quattro successi ciascuno. Due vittorie per Fernando Alonso mentre Raikkonen si è imposto una sola volta in quel di Suzuka. In testa alla classifica delle pole position c'è ancora Schumacher con il tedesco che è partito otto volte in prima posizione mentre al secondo posto c'è Vettel con quattro pole. La McLaren è la Scuderia ad aver vinto più Gran Premi del Giappone (9) mentre la Ferrari occupa il secondo gradino del podio con 7 successi, sono 4 le vittorie della Mercedes. 

IL CIRCUITO - Il tracciato nipponico è uno dei più caratteristici del calendario di Formula 1 grazie alla varietà delle sue curve e ai due rettilinei principali che caratterizzano questo tracciato. Non è tutto, il circuito giapponese è unico grazie alla sua conformazione ad 8, ovvero con un sottopasso e relativo cavalcavia. Il tracciato misura 5807 metri e presenta 18 curve che, secondo i dati della Brembo, richiedono l’impiego dei freni in 10 occasioni per giro, per poco più di 13 secondi complessivi: in 5 curve, infatti, la frenata si protrae per meno di un secondo. Dalla partenza alla bandiera a scacchi ciascun pilota usa i freni per complessivi 11 minuti e mezzo. La curva più impegnativa è la 16 con una una perdita di velocità da 316 km/h a 98 km/h in soli 130 metri. Durante i 2,72 secondi di funzionamento dei freni i piloti esercitano un carico sul pedale di 107 kg e sono soggetti ad una decelerazione massima di 4,4 g.

I FAVORITI - La scorsa edizione ha permesso a Lewis Hamilton di ipotecare il suo quarto Mondiale grazie al suo successo e al contemporaneo ritiro di Sebastian Vettel per un problema alla candela. La situazione, in questa stagione, è molto simile a quella del 2017 con la Mercedes che da tre gare a questa parte ha dato uno strappa importante, vincendo le ultime tre gare con Lewis Hamilton: Monza, Singapore e Sochi. I tre successi consecutivi hanno permesso all'inglese di allungare su Vettel e la Scuderia tedesca può centrare il poker nell'appuntamento nipponico. L'avversaria sarà sempre la Ferrari che, negli ultimi Gran Premi, non ha affatto brillato. Nella scorsa edizione del Gran Premio del Giappone Vettel ha dovuto dire addio al Mondiale mentre Raikkonen ha ottenuto uno scialbo quinto posto. Le caratteristiche del circuito nipponico potrebbero giovare alla scuderia di Maranello che dovrà necessariamente battere la Mercedes per tenere vivo il sogno iridato.

L'incognita sarà sempre la Red Bull ma, allo stesso tempo, la certezza si chiama Max Verstappen con l'olandese che, dopo il Gran Premio di Monaco, ha raccolti ottimi risultati e nell'appuntamento russo si è reso protagonista di una rimonta che lo ha portato fino al quinto posto. Appassionante la lotta per il quarto posto della classifica costruttori con Haas e Renault a darsi battaglia mentre Leclerc, dopo il settimo posto conquistato in Russia, vuole confermarsi anche in Giappone. 

GLI ORARI - La gara prenderà il via alle ore 07.10 italiane e verrà trasmessa in diretta da Sky Sport F1 HD. Di seguito il quadro completo con gli orari del weekend: 

Venerdì 5 ottobre

ore 3.00-4.30, F1, Prove libere 1, diretta
ore 5.00, F1, Prove libere 1, replica
ore 7.00-8.30, F1, Prove libere 2, diretta
ore 10.15, 17.15, 21.00 e 24.00, F1, Prove libere 2, repliche

Sabato 6 ottobre

ore 5.00-6.00, F1, Prove libere 3, diretta
ore 8.00, F1, Qualifiche, diretta
ore 9.45, 12.30, 15.45, 17.30, 19.15, 21.00 e 24.00, F1, Qualifiche, repliche

Domenica 7 ottobre

ore 7.10, F1, Gara, diretta
ore 10.00, 13.00, 15.00, 18.00, 20.00 e 22.30, F1, Gara, sintesi

VAVEL Logo