CIV, MUGELLO: In gara1 riscatto di Bezzecchi (Moto3) e Roccoli (Supersport), allungo e riconferma di Pirro (Superbike) e di Taccini (Premoto3)

Sul circuito toscano del Mugello si sono svolte oggi la prima sessione di gare in programma questo weekend. Domani si daranno di nuovo battaglia in previsione di gara2.

CIV, MUGELLO: In gara1 riscatto di Bezzecchi (Moto3) e Roccoli (Supersport), allungo e riconferma di Pirro (Superbike) e di Taccini (Premoto3)
Fonte: Gorini's photos

MOTO3
Bezzecchi e Di Giannantonio sono i protagonisti della bagarre combattuta fino all’ultimo, in cui si sono contesi il primo gradino del podio a suon di sportellate e giri veloci. Marco Bezzecchi all’ottavo giro ha fatto segnare il crono di 1:58:578, best lap della pista, migliorando il tempo della pole di Di Giannantonio. Il pilota su Mahindra Peugeot conquista la vittoria davanti a Di Giannantonio con un distacco minimo di 113 millesimi. In campionato Bezzecchi vola a 100 punti a più 6 da Di Giannantonio. Più staccato nella seconda parte di gara Anthony Groppi, che chiude in terza posizione a 12.489 secondi dal primo. A seguire una classifica in fermento per un errore tecnico del display del contagiri che ha segnato 1 giro dalla fine al posto di due e molti piloti hanno tolto il gas convinti subito dopo il traguardo convinti di aver concluso la gara. In realtà mancavano ancora due giri e solo dopo alcuni piloti si sono accorti che dovevano riaprire il gas per passare sotto alla bandiera a scacchi. Situazione pericolosa per molti piloti che si erano addirittura fermati a provare la partenza, in previsione della seconda gara domani, che per fortuna non sono stati centrati da chi, fatto furbo a continuato a tirare fino alla fine. Il regolamento però parla chiaro, vale tagliare il traguardo con la bandiera a scacchi per dichiarare conclusa la gara, quindi qui sotto riportiamo la classifica uscita quasi 4 ore dopo la fine della gara dopo una lunga riunione in direzione gara.

Dichiarazione post gara del vincitore e leader del campionato: “Io ne avevo un po’ di più sul dritto però sono riuscito a resistere bene a Fabio (Di Giannantonio) che soprattutto nel terzo settore era più veloce e nel quarto io guadagnavo quello che mi recuperava e poi sul rettilineo riuscivo a portarmi di nuovo davanti per tenere la testa e magari fare un po’ il ritmo. Fortunatamente poi siamo rimasti solo io e lui e ce la siamo giocati fino alla fine e ho vinto. - L’esperienza del Gran Premio d’Italia qua come wild card è stata importante? - Si, la gara del mondiale mi ha aiutato a capire come lavora un team del mondiale e ho imparato tanto. Questa esperienza è stata importante soprattutto anche in funzione di questo round del campionato.”

TEMPI E RISULTATI GARA1:

1 12 BEZZECCHI Marco ITA Nuovo MC R. Pasolini Minimoto Porto Maggiore Mahindra Peugeot
2 21 DI GIANNANTONIO Fabio ITA GMC MTR Moto GP Team -
3 23 GROPPI Anthony ITA La Pattuglia POS Corse -
4 5 MONTELLA Yari ITA Salerno Sic 58 -
5 99 VARGAS Salvatore ITA Piccole Pesti Bike Center -
6 30 SINTONI Edoardo ITA Ravenna TM Racing Factory TM
7 48 TORLASCHI Alessandro ITA Motodromo Castelletto Pro Racing Team -
8 25 SULIS Walter ITA A.Benz POS Corse –
9 92 FABRIZIO Luca ITA GMC Five Racing Ciatti Team -
10 110 MARCON Tommaso ITA Paolo Tordi Sic 58 -

SUPERBIKE
Quarta vittoria per Michele Pirro al CIV, che allunga in campionato a quota 100 punti davanti ad Alessandro Andreozzi (62 punti) e a Goi (61 punti). Reduce da un’ottima prestazione due settimane fa, proprio sul circuito toscano in occasione del Motomondiale, ci si aspettava dal collaudatore Ducati un dominio incontrastato e invece ci ha pensato Roberto Tamburini a mettergli i bastoni tra le ruote. Il pilota su BMW Motoxracing  ha battagliato per il primo posto per tutta la durata di gara, beffato poi di soli 24millesimi sul traguardo. Secondo posto per lui davanti all’Aprilia di Alessandro Andreozzi. A seguire Goi, Schiavoni e Sandi. Problema per Perotti nella prima parte di gara mentre lottava per le prime posizioni che lo costringe a portare a casa solo un 16esimo posto in gara.

TEMPI E CLASSIFICA GARA1:

51 PIRRO Michele ITA G.S.Fiamme Oro Milano Barni Racing
2 2 TAMBURINI Roberto ITA Moto x Racing Moto x Racing
3 21 ANDREOZZI Alessandro ITA Andreozzi Reparto Corse Nuova M2 Aprilia
4 12 GOI Ivan ITA Viadana Barni Racing Ducati
5 6 SCHIAVONI Denni ITA DS 91 2R Racing BMW
6 23 SANDI Federico ITA Biassono AP Racing Team Ducati
7 73 SALTARELLI Simone ITA Racing Alfonsi Racing Ducati
8 10 MAURI Lorenzo ITA Fox Motocorsa Racing Ducati
9 11 GUARNONI Jeremy FRA Nogaro Team Trasimeno Yamaha Yamaha
10 3 CORRADI Alessio ITA Ducale DMR Racing Team BMW

SUPERSPORT
La battaglia tra Massimo Roccoli e Stefano Cruciani si fa sempre più accesa. Reduce dalla vittoria strappata sul circuito di Piero Taruffi di Vallelunga, Roccoli conferma la sua superiorità davanti al suo avversario più temibile in campionato: Stefano Cruciani. I due veterani anche quest’oggi si sono dati battaglia per il primo gradino del podio sul circuito toscano, insieme a Mercandelli e Bussolotti. A pochi giri dalla fine Roccoli allunga il passo e taglia il traguardo in prima posizione a 1.258 di distacco da Cruciani seguito subito dopo da Mercandelli, terzo a chiudere il podio. Successivamente il pilota Kawasaki del Puccetti Racing Team è stato penalizzato di 5 secondi per aver superato durante bandiera gialla, chiudendo così sesta posizione. Il podio si ricompone quindi con Roccoli sempre primo davanti invece a Mercandelli e a Bussolotti. A seguire Mantovani e Boscoscuro. Out nella prima parte di gara Gennaro Sabatino che in quel momento stava lottando per la testa della corsa. Problemi tecnici da prima della partenza per Filippo Benini, che dopo non essere riuscito a posizionarsi in griglia parte dalla pitlane per il giro di ricognizione ma viene nuovamente beffato dalla sua moto, costretto ad un ritiro anticipato.

Dichiarazioni a caldo del pilota vincitore di gara1: “Sapevamo che il caldo fosse il primo avversario. Staccate al limite, per prendere qualche decimo, qualche metro e quindi sforzare anche l’uscita di curva, si rischia nn pochi traversi. Sono contento di aver vinto ma tecnicamente abbiamo girato piano perché si sa che con le scie del Mugello ci si da tanto fastidio. Io e Stefano (Cruciani) siamo quelli con più esperienza e spostiamo sempre più il limite con un Roberto (Mercandelli) che sta facendo un ottima stagione, sono contento che stiamo iniziando a vedere nomi nuovi in questa categoria e aspettiamo un altro Caricasulo. Un’altra conferma al Mugello si, mi piacerebbe soprattutto fare una statistica per quante volte sia salito sul podio , nonostante non sia la mia pista preferita ma vedo che mi viene bene.”

TEMPI E RISULTATI GARA1:

1 55 ROCCOLI Massimo ITA Portomaggiore Laguna Moto Racing MV Agusta
2 93 MERCANDELLI Roberto ITA Biassono Yamaha
3 24 BUSSOLOTTI Marco ITA Biassono Team Velocisti Kawasaki
4 9 MANTOVANI Andrea ITA Conselice CDM-RS Yamaha
5 37 BOSCOSCURO Andrea ITA Firenze Maan Motorsport The Black SheeYpamaha
6P 3 CRUCIANI Stefano ITA Puccetti Racing Puccetti Racing Team Kawasaki
7 18 SANTORO Agostino ITA GMC Sonic Pro Race Yamaha
8 53 MORRENTINO Nicola Jr. ITA Del Tricolle Kawasaki
9 198 CASSANI Mattia ITA I Laidi Laguna Moto Racing MV Agusta
10 15 COTTINI Gabriele ITA Montepulciano Renzi Corse Kawasak

PREMOTO3
Reduce della doppietta sul circuito di Piero Taruffi di Vallelunga, Taccini, pilota del VL Team di Michel Fabrizio, vince gara1 della categoria 125 2T davanti a Serinaldi e Baldini. Nella categoria riservata alle 250 4T invece vince Vietti Ramus davanti a Spiranelli e Nepa.