Il team Estrella Galicia-Marc VDS è pronto per un 2017 da protagonista

Presentato a Madrid lo squadrone belga, che come in passato abbraccia Moto3, Moto2 e MotoGP.

Il team Estrella Galicia-Marc VDS è pronto per un 2017 da protagonista
Team Estrella Galicia-Marc VDS al gran completo (Fonte: MotoGP)

E' uno dei più importanti team clienti del Motomondiale, data la sua presenza trasversale in ognuna delle tre categorie che lo compongono: parliamo naturalmente del team Estella Galicia Marc VDS, con sede in Belgio. Sono state quest'oggi presentate, tramite un evento ufficiale a Madrid, la line up dei piloti e le livree delle moto, che ricalcano pressoché completamente quelle della scorsa stagione.

Per quanto riguarda la Moto3, i piloti chiamati ad onorare i colori della squadra saranno Aron Canet, nel team già dalla scorsa stagione, ed il riminese Enea Bastianini, appena arrivato invece dal team di Fausto Gresini: è lui la punta di diamante all'interno del box, nonché uno dei piloti più attesi nel 2017 nella lotta per la conquista del titolo. Vietato però sottovalutare Canet, perché già l'anno scorso in varie occasioni ha dimostrato di che pasta è fatto, e sarà un osso duro per tutti.

Capitolo Moto2: questa categoria è quella che più fa ben sperare la squadra belga, data la crescita dimostrata dall'italiano Franco Morbidelli nel corso del 2016, che lo ha portato a raggiungere un livello di competitività stabilmente elevata, non più solo a sprazzi come in passato. Come ha rivelato lo stesso "Morbido", il titolo può essere un obiettivo alla portata; ma occhio al suo compagno di squadra, Alex Marquez, che ha avuto un 2016 difficile ma può migliorare molto, anche magari con qualche consiglio del fratello maggiore Marc, uno che di vittorie se ne intende eccome.

Infine, in MotoGP confermata la coppia Tito Rabat - Jack Miller, entrambi reduci da un anno non positivo, ma accomunati dalla voglia di reagire. C'è però da spezzare una lancia in favore dei due piloti, in quanto la Honda dello scorso anno non era assolutamente all'altezza della factory, che a sua volta non brillava, specie nella prima parte di stagione. Del resto ottenere risultati di livello in MotoGP è praticamente impossibile se non si ha una moto ufficiale, ed anche quest'anno sarà molto dura per il team Marc VDS, che potrà aspirare magari a qualche bel piazzamento stabile ai margini della top 10.