PL2 Gp Catalunya - In Moto2 comanda Morbidelli, in Moto3 Canet davanti a tutti

Morbidelli passa al comando nella seconda sessione di libere della Moto2, mentre in Moto3 guida Canet, davanti a Fenati.

PL2 Gp Catalunya - In Moto2 comanda Morbidelli, in Moto3 Canet davanti a tutti
PL2 Gp Catalunya - In Moto2 comanda Morbidelli, in Moto3 Canet davanti a tutti

La lotta tra Italia e Spagna non riguarda soltanto la MotoGp, ma anche le categorie minori, con la Moto2 e la Moto3 che vedono alternarsi in cima alle classifiche italiani e spagnoli. 

MOTO2- In Moto2, dopo il miglior tempo del portoghese Oliveira nelle FP1, nelle FP2 comanda l'italo-brasiliano Franco Morbidelli. L'italiano del team Estrella Galicia chiude con il tempo di 1'49"731, con il quale anticipa di 316 millesimi il compagno di team Alex Marquez, pilota di casa, che chiude in 1.50.047. Il terzo tempo lo mette a segno Simone Corsi, del team Speed Up, in 1'50.358 a 627 millesimi da Morbidelli. Alle sue spalle, a 734 millesimi dal leader del mondiale, il vincitore del Mugello: Mattia Pasini. Il Paso fa segnare il tempo di 1'50"465, solo 32" meglio di Jorge Navarro, che chiude la Top5 in 1.50.497. 

A quasi 8 decimi da Morbidelli, si piazza Yonny Hernandez, che chiude con il tempo di 1'50"525. Subito dietro, invece, l'italiano dello Sky Racing Team VR46, Pecco Bagnaia. Il centauro italiano ferma il cronometro sul tempo di 1'50.689 e si mette dietro il giapponese Takaaki Nakagami, a 9 millesimi da Bagnaia in 1'50"698 a 967 millesimi da Morbidelli. 

Miguel Oliveira, che, dopo aver fatto segnare il miglior tempo nelle FP1, scivola al 9° posto, con 1" di ritardo da Morbidelli. Chiude la Top10 Thomas Luthi, in 1'50.753. 

Tra gli italiani, Baldassarri è 18°, Manzi 24°, Locatelli 27°, mentre a chiudere la classifica troviamo Fuligni e Marini, 32° e 33°. 

MOTO3- Dopo la pausa pranzo, in Moto3 tutti nuovamente in pista e nelle seconde prove libere comanda la Spagna, con Aaron Canet. Lo spagnolo del Team Estrella Galicia anticipa Romano Fenati, che si ferma a pochi decimi dal miglior tempo del rivale. 

Se Canet blocca le lancette a 1'54.257, Fenati fa peggio di soli 2 decimi, 287 millesimi per la precisione, in 1'54"544. 3° tempo per il leader iridato Joan Mir, che, con la Honda del Team Leopard Racing, chiude in 1'54"608, a 351 millesimi dal connazionale Canet.

Lo spagnolo precede i due italiani dello Sky Racing Team Vr46, che si piazzano al 4° e al 5° posto, con Bulega che, in 1'54"684, brucia Andrea Migno, fresco vincitore del Mugello. Il giovane romagnolo chiude a 633 millesimi da Canet, con il tempo di 1'54"890. 

6° tempo per Jorge Martin, che archivia la sua sessione in 1'54"950 a quasi 7 decimi da Canet e a 6 centesimi da Migno. Alle sue spalle, in settima posizione, il compagno di team di Canet, Enea Bastianini. Il riminese termina con il 7° tempo finale a 716 millesimi dal compagno di team e precede Tatsuki Suzuki. Il giapponese del SIC58 Squadra Corse ferma le lancette del cronometro in 1'54.987. 

9° tempo per l'olandese Bo Bendsneyder, che chiude in 1'55.028 a 771 millesimi da Canet, grazie al quale precede Marco Bezzecchi, che con la Mahindra del CIP completa la Top10 in 1'55.070.

Alle sue spalle, in undicesima posizione, si piazza Niccolò Antonelli, che paga a Canet 823 millesimi, mentre più indietro gli altri italiani. Di Giannantonio è 14° a 1"1, mentre Dalla Porta è 17° a 1"3. Arbolino chiude 21°, mentre Pagliani è 28°.