CIVM 2017 - Scola fa il bis in casa

Lungo la salita che porta da Morano a Campotenese, il driver calabrese si impone davanti ad Omar Magliona, battuto per 87 centesimi. Solito spettacolo anche tra le vetture, con Dondi primo tra i non prototipi

CIVM 2017 - Scola fa il bis in casa
CIVM 2017 - Scola fa bis in casa
Sole e caldo calabrese, spettacolo e tanto, tanto pubblico assiepato lungo la salita: questo è quello che ha offerto la 7a edizione della Morano Calabro-Campotenese, quarta gara del campionato italiano velocità montagna. Una gara e una lotta serrata, anzi serratissima, che ha visto prevalere l'idolo locale Domenico Scola, che ha battuto Omar Magliona per soli 87 centesimi: un niente se si considera che la salita è lunga 7100 metri.
 

Il duello parte già in gara1, quando Scola porta a casa la prima manche di gara, con il tempo di 2:43.94, solo 76 centesimi meglio del sardo volante. In Gara2 scola parte a bomba, ma nel finale Magliona gli mangia quasi 1" e arriva a sfiorare il successo di manche, che gli sfugge per 1 decimo, mentre la vittoria è a quasi 9 decimi. 

Scola, naturalmente, trionfa anche nel gruppo E2-SS, mentre per Magliona c'è la consolazione del trionfo tra le E2-SC, dove si mette dietro anche l'altro idolo locale, ovvero Domenico Cubeda, che si prende anche il terzo posto assoluto a 7"67 da Scola. 

4° posto assoluto per Michele Fattorini, su Osella FA-30, seguito da Francesco Conticelli su Osella PA2000. 

8° posto assoluto, ma primo in categoria CN, per Luca Ligato, su Osella PA 21/S Evo. Nel gruppo CN, alle spalle di Ligato, si piazzano Achille Lombardi, 10° anche nell'assoluto, e Cosimo Rea, 21° assoluto. Problemi tecnici hanno impedito ad un altro driver calabrese di prendere il via e parliamo di Rosario Iaquinta. Sempre nel  gruppo CN, primo posto in classe 1600 per Giovanni Loffredo all'esordio su Osella PA21/S. 

Ancora sugli scudi il bolognese Manuel Dondi, che porta a casa il primo posto nella categoria E2-SH. Il driver romagnolo si è espresso al meglio tra le complicate curve della salita calabrese ed ha bissato il successo dello scorso anno. Alle sue spalle, sia nell'assoluto sia nella lotta di classe, si piazza il romano Marco Iacoangeli, su Bmw Z4 GT, distanziato di 2"75, mentre chiude il podio di classe Carmine Tancredi, su Bmw 20 CSW. 

Nel gruppo E1-Italia, uno spettacolare Ferdinando Cimareli fa sua la gara calabra, grazie anche ad una Alfa Romeo 156 D2 in perfette condizioni. Dietro al pilota del Racing Team Gubbio, completano il podio Vitantonio Micoli, su Renault 5 GTT e Vito Tagliente, con la rumorosissima Honda Civic TypeR. Sempre nello stesso gruppo, spettacolo tra le 1600, con il rinnovato duello tra Giuseppe Aragona e Domenico Chirico, entrambi su Peugeot 106 S16. I due si son dati battaglia a distanza sulle loro fiammanti 106, e, alla fine, a prevalere è stato il campione in carica Aragona, che ha battuto Chirico per 2"32. 

Lotta a due tra le GT, con Lucio Peruggini che, su Ferrari 458 Italia GT3, stacca nettamente il rivale Gabriele Mauro, su Porsche 997 GT3 CUP. 

Nel gruppo A, invece, è Salvatore D'Amico a trionfare, con la Renault Clio RS. Alle sue spalle, Angelo Guzzetta, su Peugeot 106 16V, e il campano Francesco Urti, su Alfa Romeo 147 GTA.

Tra le vetture del gruppo Prod.E, trionfa Carmelo Maio, su Renault 5 GTT, che supera Domenico Martucci, su Renault Clio Williams, e Salvatore Lipari, su Fiat Ritmo 130TC.

Trionfo di Lino Vardenega nel Gruppo N. Il driver del Best Racing Team, alla guida della Mitsubishi Lance Evo X, ha sfruttato al meglio la sua Evo e ha distanziato nettamente Renato Geremia e Maurizio Perrotta, rispettivamente 2° e 3° su Honda Civic TypeR e Renault Clio Rs.

Tripletta per l’Apulia Corse tra le Prod.S, con Martino Sisto che regola i compagni di team Vito Livrano e Riccardo Sannolla.

Tra le Racing Start Plus, vittoria per Francesco Savoia, su Mini Cooper S, davanti ad una sempre più competitiva Rachele Somaschini, che porta a casa un altro podio e un’altra vittoria nella categoria Lady. Alle spalle della Somaschini, sul terzo gradino del podio, sale Cataldo Romano, su Renault Clio.

Tra le RS, invece, la vittoria è di Giacomo Liuzzi, su Mini Cooper JCW, che doma Antonio Scappa, su Cooper S, e Angelo Loconte, su Honda Civic TypeR.

Nel Trofeo Asso Minicar, Gruppo VBC, sigillo di Angelo Mercuri, su FIAT 500, davanti a Daniele Portale, su FIAT 126, mentre al 3° posto chiude Mirko Paletta, su FIAT 500.

 

CLASSIFICA- Grazie a questa vittoria, Domenico Scola si riporta in testa alla classifica, mentre Merli e Faggioli, assenti per impegni europei, torneranno, probabilmente, in strada nella prossima gara, ad Ascoli per la Coppa Paolino Teodori.