Moto 2, Kallio bis, vince anche a Le Mans

MIka Kallio si è aggiudicato il Gran Premio di Francia classe Moto2, quinta tappa del motomondiale 2014 che ha corso una gara tatticamente perfetta, Il finlandese sale sul gradino piu' alto di un podio, tutto targato Kalex, completato dall'italiano Simone Corsi e dallo spagnolo Esteve Rabat. Corsi ha guidato a lungo la gara prima di subire il sorpasso di Kallio ad otto giri dalla fine, poi nel finale e' riuscito a difendere la seconda posizione

Moto 2, Kallio bis, vince anche a Le Mans
Moto 2, Kallio bis, vince anche a Le Mans

Il finlandese Mika Kallio (Kalex) trionfa nel Gran Premio di Francia, quinta prova del Mondiale di Moto2  Dopo la prima vittoria stagionale ottenuta 2 settimane fa a Jerez, Mika Kallio vince anche oggi a dopo una gara condotta con intelligenza. Sul podio un grandissimo Simone Corsi, che porta la sua Kalex in seconda posizione, dopo essere stato anche a lungo in testa. Il romano ha resistito agli attacchi di Esteve Rabat- . Sul terzo gradino del podio, il leader del mondiale e compagno di squadra di Kallio  bravo a rimontare e a tentare il colpaccio sino alla fine.

Cronaca della Gara

Dalla pole position partirà il tedesco Jonas Folger (alla sua prima partenza al palo), in sella alla Kalex dell’AGR Team. Con lui in prima fila i compagni di marca Esteve Rabat (Marc VDS Racing Team) e Luis Salom(Team Pons). Seconda fila per Mika Kallio (in sella alla seconda Kalex del Marc VDS Racing Team), per lo svizzero Thomas Luthi (Suter del Team Interwetten Paddock)  e Simone Corsi, in sella alla Kalex (Forward Racing Team). Terza fila per Maverick Vinales, Ricky Cardus e Sandro Cortese. Quinta fila per Alex de Angelis e Franco Morbidelli, sesta per Mattia Pasini e decima per Lorenzo Baldassarri.

Il semaforo si spegne e  Jonas Folger (AGR Team) brucia tutti allo start, ma è Mika Kallio (Marcs VDS Racing) prendendo la testa della corsa inseguito da Luis Salom  e da Simone Corsi. Il romano del team NGM Forward al terzo giro rompe gli indugi e passa il finlandese, mentre il suo compagno di squadra Mattia Pasini è costretto al ritiro per un contatto con Ricky Cardus. Finisce subito la gara di Xavier Simeon. Il pilota del Team Gresini è caduto, fortunatamente senza conseguenze fisiche. Simone Corsi attacca e passa al comando. Ottima la gara del pilota romano, che non sale sul podio dal Sachsenring 2013. Si ritira anche Johann Zarco e poco dopo stessa sorte tocca al sammarinese Alex de Angelis, a terra con la Suter del Tasca Racing, mentre si trovava in sedicesima posizione. Al 14º giro cade anche Axel Pons (AGR Team). I primi tre sembrano avere decisamente un altro passo, con Corsi sempre in testa e Kallio e Salom a inseguire; il distacco dal quarto cresce a 2", Maverick Viñales passa Folger fa segnare il record della pista. A 8 giri dal termine, Mika Kallio scavalca Simone Corsi, i due gruppetti si ricongiungono.Giunti a metà gara troviamo sempre Corsi al comando, con poco più di tre decimi di vantaggio su Kallio, che a sua volta precede di tre decimi Luis Salom. Sembrano essere questi tre quelli che si giocheranno la vittoria, Rabat quarto è infatti scattato di oltre due secondi.

Attacca Kallio, che al diciottesimo giro passa in testa alla gara. Corsi è quindi secondo, mentre da dietro arrivano Salom e Rabat. Grande battaglia tra i due spagnoli, con Rabat alla caccia del romano del Forward Racing. L’ultimo giro inizia con Tito Rabat che si avvicina pericolosamente a Simone Corsi, ma il romano stringe i denti, non commette sbavature e resiste alla pressione dello spagnolo. Per Kallio si tratta della seconda vittoria consecutiva, risultato mai raggiunto in carriera, e adesso il suo gap in classifica dal leader suo compagno di squadra si riduce a soli 7 punti

Nella classifica iridata si riduce il vantaggio di Rabat su Kallio,sono infatti 99 quelli dello spagnolo, contro i 92 del finlandese e i 62 di Maverick Vinales.

"E' il primo podio della stagione - commenta un sorridente Corsi ai microfoni di Sky - sono molto felice per questo. Peccato non essere riuscito a riprendere Kallio, ma la prossima gara sarà in Italia al Mugello, anche li punterò al podio".