Aragon, Moto2: Rabat vince su Rins per 96 millesimi. 6° Zarco.

La tensione per il titolo beffa Zarco, solo sesto. Rabat e Rins, gara a se, si giocano la vittoria fino alla bandiera a scacchi, sul podio anche Lowes. 9° Corsi, primo degli italiani, davanti a Baldassarri. Aegerter ok, dopo la bandiera rossa.

Aragon, Moto2: Rabat vince su Rins per 96 millesimi. 6° Zarco.
Motogp.com

La gara intermedia del Motomondiale, nel deserto spagnolo, è preceduta da una grande tensione in griglia di partenza. Tutti gli occhi sono puntati su un unico pilota e con un unico  interrogativo: "Riuscirà Johann Zarco a laurearsi oggi campione del mondo?" Al francese basterebbero solo 7 punti su Rabat e non perderne 14, per vincere il titolo con 4 gare d'anticipo. Obiettivo difficile da realizzare nella gara di casa dello spagnolo campione del mondo in carica, che ha dominato le sessioni di prove in pista e che parte dalla prima posizione. 

Buona partenza di Lowes, Rabat e Rins, ma la gara viene subito interrota, prima del secondo passaggio sul traguardo, per bandiera rossa causata dalla caduta di Simeon e Aegerter. Quest'ultimo rimasto a terra e portato via in barella, per lo svizzero non ci sarebbe nulla di rotto ma viene subito portato all'ospedale più vicino per ulteriori controlli. 

Nuova procedura di partenza, ma stessa griglia e con 14 giri di gara, al posto di 21. Obbligo per tutti al via è la gomma morbida. 
Al secondo semaforo verde scattano di nuovo bene Rabat, Rins e Lowes seguiti da Folger, Zarco, Corsi e Marquez. Rins parte subito all'attacco e prova una via di fuga su Rabat, ma campione del mondo in carica intusce la sua strategia e riporta la sua moto dietro gli scarichi del connazionale, mentre l'avversario n°1 Zarco è sotto assedio, preannunciando per il francese, futuro campione del mondo, una gara difficile e in difesa. 

Gap ad elastico tra Rins e Rabat, con Lowes staccato di 1 s. Dietro Folger, Marquez e ancora più indietro Luthi, Zarco, Syahrin e Baldassarri. Intanto Corsi aggancia l'11esimo posto dopo essere scivolato in 14esima posizione a causa di un errore. 

Il #1 di Marc VDS sulla carta ha un passo gara più veloce di Rins e parte all'attacco in una staccata disperata alla curva 1, a otto giri dalla fine. Non riuscità però ad allungare su Rins, che sul finale inizia a rifilare giri record su giri record fino al traguardo. Rabat vince il duello sul suo ex compagno di squadra per 96 millesimi, sotto la bandiera a scacchi. Impossibile per Lowes lottare per la vittoria, si concentra così sull'aumentare il vantaggio su Folger per un podio sereno. Al traguardo in 5° posizione Luthi davanti ad un Zarco beffato dalla tensione, Syahrin, Nakagami, Corsi e Baldassarri, a chiudere la top10. 

In classifica generale l'estremo vantaggio di Zarco non è stato  compromesso e conduce in testa con 284 punti davanti a Rabat con 206 e Rins con 184. Il titolo di campione del mondo è semplicemente rimandato alla prossima gara per il francese #5. 

CLASSIFICA GARA:

1  Tito RABAT SPA EG 0,0 Marc VDS Kalex

2 Alex RINS SPA Paginas Amarillas HP 40 Kalex 161.4 +0.096
3  Sam LOWES GBR Speed Up Racing Speed Up 160.9 +5.364
4  Jonas FOLGER GER AGR Team Kalex 160.7 +7.363
5 Thomas LUTHI SWI Derendinger Racing Interwetten Kalex 159.7 +16.723
6  Johann ZARCO FRA Ajo Motorsport Kalex 159.7 +16.989
7 Hafizh SYAHRIN MAL Petronas Raceline Malaysia Kalex 159.7 +17.086
8 Takaaki NAKAGAMI JPN IDEMITSU Honda Team Asia Kalex 159.6 +18.056
9 Simone CORSI ITA Forward Racing Kalex 159.5 +18.658
10 Lorenzo BALDASSARRI ITA Forward Racing Kalex 159.4 +19.656
11 Mika KALLIO FIN QMMF Racing Team Speed Up 159.4 +20.090
12 Axel PONS SPA AGR Team Kalex 159.4 +20.222
13 Sandro CORTESE GER Dynavolt Intact GP Kalex 159.3 +21.043
14 Azlan SHAH MAL IDEMITSU Honda Team Asia Kalex 159.2 +22.384
15 Marcel SCHROTTER GER Tech 3 Tech 3 158.8 +26.017

OUT:
32 Federico FULIGNI ITA  1 Giro
73 Alex MARQUEZ SPA 7 Giri
60 Julian SIMON SPA   10 Giri
57 Edgar PONS SPA 11 Giri
19 Xavier SIMEONBELFederal Oil Gresini Moto2Kalex155.4 12 Giri
39 Luis SALOM SPA  12 Giri
77 Dominique AEGERTERS WIT 0 Giro