Moto2, GP di Misano - Pasini fa poker. Pole davanti a Morbidelli

Il Paso vola tra le curve del circuito di casa e stacca tutti, siglando il miglior tempo, che solo Morbidelli riesce ad avvicinare. Aegerterè 3°, davanti a Baldassarri. 6° Bagnaia, davanti a Luthi e Corsi, mentre Marini è 11°

Moto2, GP di Misano - Pasini fa poker. Pole davanti a Morbidelli
Moto2, GP di Misano - Pasini fa poker. Pole davanti a Morbidelli

Un fantastico Mattia Pasini, si prende la quarta pole position stagionale, davanti al pubblico di casa, sul Misano World Circuit Marco Simoncelli. Proprio sul circuito dedicato all'amico fraterno, il Paso si scatena e rifila distacchi ampi a tutti i rivali, escluso il leader del Mondiale, Franco Morbidelli, a lungo in testa alla sessione e unico rivale del Paso. 

Dopo Silverstone, prosegue la striscia di pole del romagnolo, che a Misano infila la quarta di seguito, grazia ad un supergiro, chiuso in 1:37.390, quando al termine della sessione mancavano ancora venti minuti. Con quel giro, Pasini, toglie la pole a Franco Morbidelli, che soltanto nel finale, a sei minuti dalla fine, riesce a mettere a segno il personale di 1'37"473, con il quale si porta a soli 83 millesimi dal centauro dell'Italtrans Racing Team. 

Alle spalle dei due portacolori italiani, chiude lo svizzero Dominique Aegerter, che aveva iniziato a tutta la sessione di qualifiche, siglando subito il miglior tempo, battuto solo da Morbidelli, prima, e Pasini, poi. Alla fine, lo svizzero riesce anche a migliorare il suo crono, siglando il tempo di 1'37"723, che gli basta a beffare Lorenzo Baldassarri, che con un ultimo tentativo da urlo, si porta a 11 millesimi dalla prima fila, in 1'37"734. 

Il quinto tempo lo mette a segno il giapponese Takaaki Nakagami, in 1'37"777, a 387 millesimi da Pasini, ma con oltre un decimo di vantaggio su Pecco Bagnaia, che all'ultimo tentativo pesca il jolly nella scia di Franco Morbidelli e chiude al 6° posto, in 1'37"889 a 499 millesimi dal connazionale Pasini. 

Non benissimo Tom Luthi, che si ferma al 7° tempo 1.37:937, che significa prima casella della terza fila, davanti a Simone Corsi e Miguel Oliveira, con l'italiano che paga a Pasini 550/1000, mentre per il portoghese c'è il 9° crono a 593 millesimi dal centauro romagnolo.

Apre la quarta fila e chiude la Top10 un brillante Fabio Quartararo in 1'38"056. A ridosso della Top10 chiude Luca Marini, con l'11° tempo a 670 millesimi da Pasini, che a lungo gli aveva permesso la permanenza in Top10. 16° tempo per Stefano Manzi, che chiude a 863 millesimi, davanti al campione in carica della Moto3, Brad Binder, che paga oltre 9 decimi. Locatelli è 21° a 1", mentre Fuligni chiude lo schieramento con il 32° crono.