Moto2, Gp di Aragon - A Luthi risponde Pasini, Morbidelli è lì

Dopo il miglior tempo dello svizzero, il più veloce sul bagnato nelle FP1, Mattia Pasini sigla il crono di riferimento nella seconda sessione, beffando Franco Morbidelli.

Moto2, Gp di Aragon - A Luthi risponde Pasini, Morbidelli è lì
Moto2, Gp di Aragon - A Luthi risponde Pasini, Morbidelli è lì

Dopo la pioggia di Misano, la Moto2 ritorna in pista e ad accogliere i piloti della classe di mezzo c'è, ancora una volta, il maltempo. Le FP1, infatti, sono influenzate dalla pioggia, che non lascia scampo ai piloti e lancia Thomas Luthi, abile sul tracciato bagnato, che precede Mattia Pasini. Nelle FP2, però, il Paso si sveglia e suona la carica, andandosi a prendere il miglior tempo, davanti a Franco Morbidelli e al giapponese Nakagami, mentre Luthi è solo 8°. 

FP1- Con la pioggia che bagna Aragon, la prima sessione di prove libere lancia Thomas Luthi, più abile di tutti sul viscido circuito aragonese. Lo svizzero è l'unico a chiudere sotto il muro del 2'10 e sigla il tempo di 2'09.869, che gli permette di anticipare un altro mago della pioggia come Mattia Pasini. Il Paso, che viene da 4 pole consecutive, è 2° a 424/1000 dal capofila Luthi, in 2'10.293. 

Alle spalle dei primi due, chiudono due tedeschi, ovvero Sandro Cortese e Marcel Schrotter, con l'italo-tedesco che si piazza 3° in 2'10.308, mentre il compagno di team è 4° a 6 decimi da Luthi. 5° tempo per il portoghese Miguel Oliveira, a 7 decimi netti in 2'10.569, davanti a Franco Morbidelli, autore del crono di 2'10.600, a 731/1000 da Luthi e con 1 centesimo di vantaggio su Pecco Bagnaia, 7°. 

Il personale di 2'10.610 gli permette di precedere lo spagnolo Xavi Vierge, 8° con il tempo di 2'10.841. Lo spagnolo del Team Tech3 brucia il connazionale Augusto Fernandez, 9° con il crono di 2'10.861, a 2 centesimi da Vierge. Chiude la Top10 il russo Odeendaal, su RTS in 2'10.883. 

FP2- Dopo aver siglato il 2° tempo nella prima sessione di prove libere, Mattia Pasini sigla il miglior tempo nella seconda sessione di prove, grazie al crono di 1'54"439. Il romagnolo è bravo nel finale a strappare la prima piazza a Franco Morbidelli, a lungo in testa. Il romano è comunque 2°, grazie al personale di 1'54.633 a 194 millesimi da Pasini. I due italiani fanno il vuoto, dato che il 3°, ovvero il giapponese Takaaki Nakagami, chiude ad oltre 5 decimi, in 1'54.980.

Si conferma tra i più veloci Sandro Cortese, che perde una posizione e chiude 4° in 1'55.205, davanti a Simone Corsi, che recupera dalla 20a posizione e salta al 5° posto, fermando le lancette in 1'55.273 a 834 millesimi dal connazionale Pasini. 6° tempo per Miguel Oliveira, che paga 915/1000 e mette a segno il crono di 1'55.354, davanti allo spagnolo Jorge Navarro, autore del 7° riferimento, in 1'55.462. Thomas Luthi scivola all'8° posto, ad oltre 1"1 dal vertice. 

9a piazza per Xavi Vierge, che in 1'55.758 precede Fabio Quartararo, che completa la Top10 in 1'55.782, a soli 24/1000 dal francese. 13° tempo per Stefano Manzi, in 1'55.858 a 1"4, mentre il compagno Bagnaia è 16° a 1"5 dal miglior tempo di Pasini.

22° tempo per Luca Marini, mentre Locatelli è 26° davanti a Lorenzo Baldassarri. 28° tempo per Alex Marquez, davanti a Joe Roberts, Edgar Pons e Federico Fuligni, che precede Pawi e Mackenzie