Moto2 - Lo Sky Racing Team sorride, Bagnaia: "Test molto positivi". Marini: "Approccio positivo"

Il pilota di punta dello Sky Racing Team VR46 domina le giornate di test di Moto2 scendendo anche sotto il tempo della pole position fatto segnare da Alex Marquez due sabati fa.

Moto2 - Lo Sky Racing Team sorride, Bagnaia: "Test molto positivi". Marini: "Approccio positivo"
Moto2, Bagnaia: "Test molto positivi" | Twitter Alessio Piana

Comincia alla grande la stagione 2018 per lo Sky Racing Team VR46. Francesco Bagnaia si conferma il pilota più veloce nei test di Moto2 a Valencia compiendo tantissimi giri, 151 per la precisione, e staccando il miglior tempo di giornata in 1:34.949, migliorando anche la pole position fatta segnare da Alex Marquez due sabati fa durante le prove ufficiali dell'ultimo Gran Premio di stagione. 

Il pilota piemontese ha guidato a lungo per continuare a migliorare le sue sensazioni sulla moto nuova e soprattutto sulle nuove sospensioni, mantenendo sempre un passo competitivo e soprattutto costante: "Quattro giornate di lavoro davvero molto positive: sono riuscito a migliorare in ogni sessione e tutte le modifiche provate hanno dato dei riscontri positivi, anche su questa pista dove c'è davvero poco grip - racconta Pecco -. Il ritmo è molto buono e anche sulla gestione del time attack, dove lo scorso anno faticavo, ho fatto dei passi in avanti. Abbiamo ottenuto dei buoni risultati e ora è il momento di andare in vacanza, prima di tornare al lavoro"

Positive anche le giornate di test di Luca Marini, nuovo arrivato nel team diretto da Pablo Nieto. Il fratellastro di Valentino Rossi è arrivato allo Sky Racing Team VR46 dopo aver terminato una stagione dalle due facce con il Team Forward: nella prima parte è stato stabile nelle prime sei posizioni di gara, poi è arrivato l'infortunio e il calando finale. Ora, però, Marini sembra aver trovato la quadra in questi quattro giorni di test, terminando con il sesto tempo nella classifica combinata: "Un test sicuramente dal bilancio positivo: il mio obiettivo era migliorare rispetto al weekend di gara e continuare a lavorare con Kalex per il 2018. Ero convinto di poterlo fare e sono riuscito anche a provare diverso materiale. Ho testato molte soluzioni, tra cui un forcellone e alcune regolazioni sul davanti. Ho sfruttato la sessione anche per girare da solo e fare un ulteriore step di guida. Nel complesso sono molto soddisfatto, l'approccio con il Team è stato positivo, il sistema di lavoro mi piace e possiamo essere competitivi".