Kent è il re di Austin, primo podio per Quartararo, Bastianini 4°

Con Kent che fa sua Austin e stacca gli avversari di 8,532 secondi, il GP del Texas si è consumato in una lotta agguerrita per le posizioni mancanti del podio. Molto bene gli italiani con Antonelli, Bagnaia e Locatelli che nelle prima parte della gara erano in lotta per le prime posizioni, ottimo Bastianini che nel finale di gara ha fatto il possibile per salire sul podio che però è andato a Quartararo e Vazquez. E' un dominio di Honda.

Kent è il re di Austin, primo podio per Quartararo, Bastianini 4°
Kent è il re di Austin, primo podio per Quartararo, Bastianini 4°

Partenza ottima per la KTM di Miguel Oliveira che alla prima curva riesce a mettersi dietro tutto il serpentone, risucchiato Danny Kent. Molto bene anche gli italiani con Antonelli su Honda che si infila subito dietro e nella manciata di qualche tornante si batte per ottenere la prima posizione, che poi ottiene, dietro di lui Locatelli. Seguono Navarro, Kent, Quartararo, Masbou e Vinales

La prima parte della gara si consuma con una bagarre continua tra i 10 piloti di testa, in specie i nostri italiani: Bagnaia, Fenati, Bastianini, Locatelli e  Antonelli . Purtroppo la sorte non è stata delle migliori per il tricolore italiano, il primo alfiere a cadere è Antonelli per un cedimento dell'anteriore, come lui cade anche Ono. Tocca poi a Bagnaia quando è in lotta per la seconda posizione, il centauro passato al team di  Martinez cade e vanifica ogni possibilità di vittoria. Intanto Kent (Honda) riesce a riprendersi la testa della gara cercando di allungare.

Infatti, giro dopo giro, Kent sembra aver cristallizzato la sua prima posizione, dunque rimangono in palio solo due gradini del podio. Un altro italiano va all'attacco dell'ambito premio ed è Andrea Locatelli sulla sua Honda del team Gresini. Purtroppo la caduta di un altro dei protagonisti: Miguel Oliveira su KTM mette a repentaglio i sogni di gloria del bergamasco che si vede arrivare la moto vicinissimo e nel tentativo di evitarla perde posizioni preziose e ricuce in ottava posizione.

La gara si presenta adesso con Kent primo in solitaria, seguito dai francesi Alexis Masbou e Fabio Quartararo. Per Antonelli, che era entrato ai box per rimettere a punto la moto ed era rientrato in gara si aprono le porte della 25esima posizione.  In questo momento il migliore degli italiani in gara rimane Enea Bastianini che si trova quinto con la Honda del Team Gresini,Romano Fenati e Andrea Locatelli sono in lotta per l'ottava posizione.

Quando il podio sembra una cosa già virtualmente fatta Vazquez si avvicina a Quartararo riducendone il gap, Bastianini lo segue a ruota e inizia a sentire odore di possibilità di fare podio. In una manciata di tornanti infatti le posizioni del podio sembrano essersi riaperte con Quartararo, Masbou, Bastianini e Vazquez in continua bagarre.

L'ultimo giro è una lotta serrata tra Bastianini e Vazquez per raggiungere Masbou e Quartararo e cercare di fare podio e con il colpo di scena della caduta di Masbou riesce ad inserirsi Vazquez che taglia la bandiera a scacchi terzo dietro a Quartararo (il suo è il primo podio) quando ormai Danny Kent già aveva vinto la gara da 8 secondi. Bastianini chiude 4°, dietro di lui la prima KTM in un mare di Honda, quella di Binder.

Con la vittoria qui ad Austin il britannico di Leopard Racing può andare a Termas de Rio Hondo con la testa del campionato. In classifica mondiale per ora il primo italiano è Bastianini che lo segue in seconda posizione.

1 Danny KENT  41
2 Enea BASTIANINI  33
3 Fabio QUARTARARO  29

Classifica GP Austin 2015

Pos. Punti Pilota Team Moto Time/Gap
1 25 Danny KENT Leopard Racing Honda 41'32.287
2 20 Fabio QUARTARARO Estrella Galicia 0,0 Honda 8.532
3 16 Efren VAZQUEZ Leopard Racing Honda 8.652
4 13 Enea BASTIANINI Gresini Racing Team Moto3 Honda 8.811
5 11 Brad BINDER Red Bull KTM Ajo KTM 9.556
6 10 John MCPHEE SAXOPRINT RTG Honda 13.869
7 9 Andrea LOCATELLI Gresini Racing Team Moto3 Honda 20.442
8 8 Romano FENATI SKY Racing Team VR46 KTM 20.611
9 7 Isaac VIÑALES Husqvarna Factory Laglisse Husqvarna 20.863
10 6 Karel HANIKA Red Bull KTM Ajo KTM 20.913
11 5 Jakub KORNFEIL Drive M7 SIC KTM 21.249
12 4 Andrea MIGNO SKY Racing Team VR46 KTM 23.725
13 3 Philipp OETTL Schedl GP Racing KTM 32.218
14 2 Niklas AJO RBA Racing Team KTM 36.702
15 1 Matteo FERRARI San Carlo Team Italia Mahindra 37.283
16   Alexis MASBOU SAXOPRINT RTG Honda 47.027
17   Maria HERRERA Husqvarna Factory Laglisse Husqvarna 59.257
18   Remy GARDNER CIP Mahindra +1'03.748
19   Gabriel RODRIGO RBA Racing Team KTM +1'04.611
20   Zulfahmi KHAIRUDDIN Drive M7 SIC KTM +1'16.968
21   Alessandro TONUCCI Outox Reset Drink Team Mahindra +1'27.397
22   Ana CARRASCO RBA Racing Team KTM +1'40.409
23   Niccolò ANTONELLI Ongetta-Rivacold Honda +1'43.841
24   Stefano MANZI San Carlo Team Italia Mahindra +1'46.105
25   Livio LOI RW Racing GP Honda 1 Lap
Non classificati
    Tatsuki SUZUKI CIP Mahindra 1 Lap
    Miguel OLIVEIRA Red Bull KTM Ajo KTM 8 Laps
    Francesco BAGNAIA MAPFRE Team MAHINDRA Mahindra 9 Laps
    Jorge NAVARRO Estrella Galicia 0,0 Honda 9 Laps
    Jorge MARTIN MAPFRE Team MAHINDRA Mahindra 10 Laps
    Hiroki ONO Leopard Racing Honda 12 Laps
    Jules DANILO Ongetta-Rivacold Honda 13 Laps
    Darryn BINDER Outox Reset Drink Team Mahindra 17 Laps
Non finito il primo giro
    Juanfran GUEVARA MAPFRE Team MAHINDRA Mahindra 0 Lap