Moto3, Gp Catalunya - Martin conquista la quinta pole

In Moto3 è dominio spagnolo, con Martin che conquista la quinta pole stagionale. 4° Fenati, 5° Mir, più indietro gli altri italiani

Moto3, Gp Catalunya - Martin conquista la quinta pole
Moto3, Gp Catalunya - Martin conquista la quinta pole

Dominio spagnolo nelle qualifiche del Gran Premio di Catalunya. In Moto3, infatti, tutta la prima fila è stata monopolizzata da piloti spagnoli, con Jorge Martin abile a prendersi la quinta pole position stagionale. 

L'alfiere del Team DelConca Gresini ha letteralmente dominato la sessione di qualifica e ha inflitto distacchi enormi ai suoi rivali, a partire dai connazionali Aaron Canet e Juanfran Guevara, distanziati di oltre 6 decimi. Martin ha fermato le lancette del cronometro in 1'53.368, mentre Canet, 2°, ha incassato 627 millesimi in 1'53.995. La prima fila è stata completata da Guevara, con la KTM del RBA BOE Racing Team, che ha pagato, rispetto al poleman, 659 millesimi e ha messo a segno il tempo di 1'54.027.

Alle sue spalle, ad aprire la seconda fila, il primo italiano: Romano Fenati. Il pilota ascolano, dopo aver ottenuto il miglior tempo nelle FP1 è scivolato di qualche posizione e ha chiuso al 4° posto le qualifiche, con il tempo di 1'54.031, a soli 4 millesimi dal 3° di Guevara. 5° tempo, invece, per il leader iridato Joan Mir, con il tempo di 1'54.036, seguito da un altro spagnolo, ovvero Marcos Ramirez, del team Platinum Bay Real Estate. Lo spagnolo ha completato la seconda fila dello schieramento, con 1'54"126. 

Alle sue spalle, in terza fila, Enea Bastianini e Fabio Di Giannantonio, 7° e 8°, con 783 e 833 millesimi di distacco da Martin. 9° tempo, a chiudere la terza fila, per il giapponese del Team SIC58 Squadra Corse, Tatsuki Suzuki. Il giapponese ha messo a segno il tempo di 1'54.316, che gli ha permesso di mettersi alle spalle Niccolò Antonelli, 10° in 1'54.331.

All'11° posto l'argentino Rodrigo, marcato da tre italiani, guidati da Lorenzo Dalla Porta, 12° a 1", seguito da Arbolino e da un deludente Bulega, 14° a quasi 1"1. 

Più indietro gli altri, con Migno 18°, Bezzecchi 25°, seguito da Pagliani, 26°. Infine, a chiudere lo schieramento, il finlandese Pulkkinen