Moto3, Bastianini: "Bello essere ancora sul podio"

Il pilota romagnolo è tornato sul podio in Gran Bretagna ed ora punta dritto al bersaglio grosso sulla pista di casa.

Moto3, Bastianini: "Bello essere ancora sul podio"
Moto3, Bastianini: "Bello essere ancora sul podio"

Il secondo gradino del podio di Silverstone ha sancito il ritorno ad alti livelli di Enea Bastianini che dopo metà campionato trova un motivo per tornare a festeggiare e questo lo aiuterà a fare il pieno di  in vista del Gran Premio di Misano del 10 Settembre. 

"È stato molto bello salire ancora sul podio - ha dichiarato Bastianini al portale ufficiale del motomondiale -. Era l’obiettivo mio e di tutta la scuderia: lo abbiamo raggiunto. Abbiamo lavorato molto nelle ultime tre gare ma senza fare il risultato sperato e domenica ho provato grandi emozioni. È stata una gara molto difficile perché eravamo in molti a lottare nelle posizioni di testa". 

Nonostante la felicità per il podio, Bastianini è rimasto deluso dall'epilogo della gara, terminata in anticipo a causa della bandiera rossa, poiché poteva ambire alla vittoria e ad ammetterlo è lui stesso: "Alla fine ho visto che, con il serbatoio quasi vuoto, ero più veloce e potevo mettere dietro gli avversari fino a raggiungere al podio. Nell’ultimo giro ho capito di potermi anche giocare la vittoria, ma non ne ho avuto la possibilità e il secondo posto è un gran risultato". Tuttavia, il secondo posto alle spalle del compagno di box Aaron Canet testimonia la sua rinascita dopo le mille difficoltà affrontate con il team spagnolo durante l'anno e forse non è un caso che i risultati inizino ad arrivare ora, dopo che  Enea ha ufficializzato il suo approdo al Team Leopard. Con una ritrovata serenità, Bastianini, si presenterà a Misano settimana prossima con i gradi del favorito assieme a Mir, Fenati ed agli altri azzurri che non hanno mai deluso le aspettative sulla pista romagnola. Bestia, questo il suo soprannome, lo scorso anno ha terminato il Gran Premio di Misano al secondo posto, mentre il suo risultato peggiore è la quinta piazza ottenuta all'esordio nel Mondiale.