Moto3, Martin: "Obiettivi? Vincere un GP. L'anno prossimo voglio il Mondiale"

Il giovane del Team Del Conca Gresini parla al portale ufficiale della MotoGP chiarendo gli obiettivi per il finale di stagione e per l'anno prossimo.

Moto3, Martin: "Obiettivi? Vincere un GP. L'anno prossimo voglio il Mondiale"
Moto3, Martin: "Obiettivi? Vincere un GP. L'anno prossimo voglio il Mondiale"

Jorge Martin è certamente una delle rivelazioni di questo 2017 della Moto3, tanto che il team Del Conca - Gresini lo ha prontamente blindato con un nuovo contratto per il 2018. Il giovane pilota spagnolo ha avuto una netta evoluzione dallo scorso anno, complice anche l'approdo in una squadra più competitiva, ma tutto è stato frenato dall'infortunio subito al Sachsenring. 

Infatti, Martin, si è fratturato la gamba durante le prove del GP di Germania, ma è subito tornato ad essere competitivo, anche se non è ancora al 100%, come lui stesso ammette a Motogp.com: "La guarigione potrebbe essere più veloce. Sono contento di essere stato competitivo ma credo che questa stagione non posso tornare al 100%. È stata una frattura molto grave e posso solo dire di aver fatto due podi dopo è qualcosa di molto importante". Il numero 88 si è messo soprattutto in luce durante le qualifiche, dimostrandosi un maestro del giro veloce centrando ben sette pole position. Nonostante questo, però, Martin non ha ancora trovato la vittoria, concludendo per sei volte sul podio. E' proprio questo, infatti il proposito del pilota di Madrid per il resto della stagione: "L’obiettivo per il finale d’annata è prima di tutto recuperare e vincere un GP poi - rilancia Martin -, per il 2018, lottare per il titolo. Alla fine, la vittoria di un campionato dipende da molte cose e io posso essere solo competitivo provando a vincere ogni gara".

Il pilota del Team Gresini dà anche i meriti alla propria scuderia, che gli ha fornito un mezzo competitivo in tutte le gare del campionato: "Nel 2017 ho cambiato moto e scuderia. Un prototipo migliore, più competitivo e con un telaio più sviluppato hanno contribuito ai bei risultati. Inoltre, io sono cambiato mentalmente, sono andato a vivere da solo e ho fatto un’evoluzione che mi ha portato ad essere più forte e imparare molto in vista della prossima stagione".