Austin, Dovizioso comanda le libere tra pioggia e bandiera rossa

Andrea Dovizioso ha ottenuto il miglior tempo nella prima sessione di libere, segnata da pioggia ed una bandiera rossa. Beffato così proprio sul finale Marc Marquez, secondo. Terzo tempo per Scott Redding, mentre Valentino Rossi è quarto. Solo nono Jorge Lorenzo.

Austin, Dovizioso comanda le libere tra pioggia e bandiera rossa
foto: Getty Images

Ad Austin il weekend del motomondiale è iniziato sotto l’acqua: la pioggia prima ha fatto capolino e poi è diventata la protagonista del primo turno di prove libere. I piloti della MotoGP sono scesi in pista addirittura con un’ora di ritardo, proprio a causa della scrosciante pioggia che si è abbattuta sul circuito poco prima del primo turno della Moto3 (anch’essa disputata un’ora più tardi). Non solo pioggia: ad essere protagonista della prima sessione di libere è stato anche un cane, che irrompendo sulla pista ha costretto la direzione gara ad esporre la bandiera rossa. La singolare invasione di pista si è conclusa con i piloti ai box, nell’attesa di riprendere le attività, con la pioggia che ancora continuava a scendere copiosa. Dopo quasi mezz’ora di fermo la pitlane è stata riaperta ed i piloti sono ritornati a girare, stavolta senza pioggia, anche se con pista ovviamente bagnata.

Nel disordine di questa prima sessione di prove libere il tempo migliore è stato ottenuto da Andrea Dovizioso, che si è portato in testa proprio sul finale della sessione. Il pilota della Ducati ha beffato così Marc Marquez, che fino a quel momento era rimasto al comando, dominando il turno con tempi stratosferici nonostante la pista bagnata. Il distacco che il Campione del mondo in carica ha rispetto all’italiano della Ducati è di quasi mezzo secondo, a dimostrazione anche del fatto che il duro lavoro a Borgo Panigale sta portando i propri frutti.

A sorpresa, è Scott Redding a detenere il terzo tempo, seppur con un ritardo consistente. Per lui si tratta di poco più di un secondo dal leader.  Quarto è Valentino Rossi,  non favorito su questa pista, ma apparso indubbiamente in ottima forma, nonostante il ritardo di 1.191 millesimi da Dovizioso. Bene anche Danilo Petrucci, quinto con la sua Pramac a precedere Bradley Smith, sesto. Solo nono Jorge Lorenzo, il primo ad accusare oltre i 2 secondi di ritardo dalla vetta.

CLASSIFICA E TEMPI:

  1. Andrea DOVIZIOSO – Ducati Team 2.19.402
  2. Marc MARQUEZ – Repsol Honda Team +0.462
  3. Scott REDDING – EG 0,0 Marc VDS +1.085
  4. Valentino ROSSI – Movistar Yamaha MotoGP +1.191
  5. Danilo PETRUCCI – Pramac Racing +1.263
  6. Bradley SMITH – Monster Yamaha Tech 3 +1.549
  7. Pol ESPARGARO – Monster Yamaha Tech 3 +1.581
  8. Cal CRUTCHLOW – CWM LCR Honda +1.898
  9. Jorge LORENZO – Movistar Yamaha MotoGP +2.084
  10. Yonny HERNANDEZ – Pramac Racing +2.223