GP Mugello, Risultato MotoGP 2015: vince Lorenzo davanti a Iannone e Rossi

GP Mugello, Risultato MotoGP 2015: vince Lorenzo davanti a Iannone e Rossi
GP
MUGELLO

Una gara bellissima quella del Mugello! Sempre grandi emozioni in Toscana sotto il sole. Mentre i piloti si preparano alla festa del podio, continua la festa dei piloti. Per quanto ci riguarda, è stato un piacere raccontarvi questa gara: da Giorgio Dusi e da tutta la redazione di Vavel Italia un augurio di buona giornata. Lo sport non si ferma qui, restate sintonizzati per il giro d'Italia e per l'ultima giornata di Serie A.

Lorenzo ha vinto una gara condotta in solitaria: si è preso il primo posto al primo giro e non l'ha più lasciato, senza mai rischiare. Gran gara anche per Iannone, secondo, che ha resistito a tantissimi attacchi e ha sofferto e lottato con Marquez per gran parte della gara.

Le parole di Rossi: "Sono contento perchè sono sul podio e farlo dopo questa gara è un buon risultato, ho sofferto molto ma alla fine salire sul podio qui al Mugello è sempre un gran risultato".

Un peccato anche per la caduta di Aleix Espargaro, che partiva molto avanti. E intanto arriva la classica invasione per festeggiare il podio.

Festeggia Lorenzo che gira con la bandiera, anche il Mugello è Lorenzo's Land!!! Anche Iannone va a ringraziare e salutare i suoi tifosi. Peccato per la caduta di Marquez e il problema di Dovizioso, sconsolato nel suo box. Ha avuto problemi di vibrazione alla gomma posteriore.

QUARTO POSTO PER PEDROSA, QUINTO SMITH, SESTO ESPARGARO, SETTIMO VINALES, OTTAVO PIRRO, NONO PETRUCCI!

23/23 - E JORGE LORENZO VINCE IL GRAN PREMIO DEL MUGELLO!! DOMINATORE ASSOLUTO!!!! IANNONE SECONDO, ROSSI TERZO!!!!!

23/23 - Ha perso ancora qualcosa Rossi da Iannone, difficile che lo riesca a riprendere.

23/23 - ULTIMO GIRO CHE COMINCIA! Lorenzo si avvia verso la vittoria.

22/23 - cinque decimi di distacco tra i due italiani, lotta aperta per il secondo posto! Pedrosa è rimasto molto dietro.

22/23 - Rossi abbastanza dietro rispetto a Iannone, ma ci vuol provare!!

21/23 - ATTENZIONE, A TERRA ANCHE CRUTCHLOW. Avantreno distrutto, Il pilota ora si sta rialzando per fortuna. Troppa inclinazione.

20/23 - Crutchlow è quinto a 4,7 secondi, la lotta resta per il podio! Per il momento è giù Pedrosa, Iannone porta il suo vantaggio a poco più di un secondo! Gioco di decimi!

20/23 - Nono posto per Pirro e decimo per Petrucci intanto. 0,9 secondi di distacco.

19/23 - Non molla Pedrosa!!! Rossi prova a tenere e guarda davanti!!

18/23 - E ROSSI PASSA PEDROSA!!! TERZO POSTO VIRTUALE MENTRE IANNONE PROVA A FUGGIRE!!! Per la cronaca, Lorenzo ha quasi 10 secondi di vantaggio

18/23 - CADE MARQUEZ!!! CADE MARQUEZ!!!! CHE SFORTUNA!!! Stava spingendo all'eccesso il campione del mondo in carica!! Che peccato davvero, weekend da dimenticare. La gara era stata stupenda.

17/23 - STAVOLTA MARQUEZ PASSA E TIENE!!! MA IANNONE IN VELOCITA' RIPASSA!!!!

17/23 - LO STESSO FILM!!! Marquez stacca troppo, passa su Iannone, ma l'italiano è lesto e riesce a ripassare!! 

16/23 - Restano dunque in quattro alle spalle di Lorenzo, Rossi ci prova, è attaccato a Pedrosa!

15/23 - GARA FINITA PER DOVIZIOSO. Sfortunatissimo, aveva cominciato alla grande...

14/23 - La situazione: Lorenzo, Iannone, Marquez, Pedrosa, Rossi, Dovizioso. Problemi ora per quest'ultimo che rientra ai box! Che peccato...

13/23 - ROSSI DAVANTI A DOVIZIOSO!! Cambio di direzione e quarto posto!! Gara infiammata, tranne che per la prima posizione

13/23 - Pedrosa passa su Dovizioso, ma arriva subito il controsorpasso!! Dietro resta settimo Crutchlow, ottavo Smith.

12/23 - Gara a parte per Lorenzo, Rossi sta spingendo ma ora ha perso nuovamente qualcosa su Pedrosa.

11/23 - Rossi a 1,5 sul gruppone!! E IANNONE RISORPASSA MARQUEZ!!! Fuoco e fiamme!!

10/23 - SUPER MARQUEZ!! Sorpasso su Dovizioso, Iannone lo segue!!! Tutti in bagarre!!

9/23 - Rossi passa Crutchlow e si lancia all'inseguimento dei 4 alle spalle di Lorenzo, dietro di 3,1 secondi. Lorenzo un missile, bagarre tra la seconda e la quinta, ancora sorpasso e controsorpasso di Iannone e Marquez!!! 

8/23 - Rossi duella con Crutchlow per la sesta posizione, ma sta perdendo molto da quelli davanti. Gira molto veloce Pedrosa che ha guadagnato 6 decimi da Iannone nel giro precedente e ora ha raggiunto il terzetto!!

7/23 - Quasi tre secondi il vantaggio di Lorenzo!! Iannone e Marquez combattono per la terza, sorpasso e controsorpasso, per ora resta terzo lo spagnolo!!

7/23 - Lotta tutta a tre dietro a Lorenzo: Dovizioso tiene la seconda, Iannone è in agguato dietro a Marquz. 

6/23 - Sotto investigazione l'incidente che ha messo fuori gioco Aleix Espargaro, toccato da Petrucci!

6/23 - DOVIZIOSO PASSA MARQUEZ SUL RETTILINEO!! Potenza della Ducati, non tiene Marquez!! E ora alla caccia di Lorenzo, che sta già facendo il vuoto.

5/23 - Si trova in quinta posizione Daniel Pedrosa, davanti a Smith e Crutchlow. Rossi passa in ottava, ma prende un secondo dai leader della gara.

5/23 - Fuori anche Hayden!

4/23 - I due spagnoli davanti volano, dietro le due Ducati riescono più o meno a tenere il passo. Scivolato anche Miller, ancora nono Rossi, dietro all'altro Espargaro! 

3/23 - Fuori Aleix Espargaro, caduto nella ghiaia! Ci auguriamo senza conseguenze. Era partito quinto!

2/23 - Dovizioso va fortissimo ma Marquez non si stacca e LO PASSA ALL'INTERNO!!! ONE MAN SHOW!!!

2/23 - MARQUEZ PASSA IANNONE ED E' GIA' TERZO!!! Che partenza dello spagnolo, 10 posizioni recuperate praticamente in un giro!!

1/23 - LORENZO DAVANTI!! LORENZO DAVANTI!!! Occhio alla fuga...

1/23 - Sono partite benissimo le Ducati, Dovizioso è davanti ora!! Ma Lorenzo guadagna subito la seconda posizione. Precipitato 11° Rossi, Marquez è sesto!!!!

14.02 - E VIAAAAA!!!!!!! SI PARTE AL MUGELLO!!!!!! COMINCIA LA GARA DI MOTOGP!!!!

14.01 - Ed ora i piloti sono nuovamente sulla griglia, pronti a partire...

14.00 - 25 gradi la temperatura dell'aria, 48 quella dell'asfalto. Splende il sole sulla Toscana!

13.59 - Si libera la pista, rientrano i meccanici e i tecnici. Comincia il giro di ricognizione!

13.57 - Ripassiamo un po' la griglia di partenza!

13.53 - MANCA SEMPRE MENO!!! Poco più di cinque minuti alla partenza

13.49 - Ecco le parole di Dovizioso: "Cerchiamo di usare la moto di ieri, speriamo bene, il team ha fatto un grande lavoro e li voglio ringraziare, voglio fare un buon risultato per loro. Al Mugello accade sempre tutto, vediamo che condizioni troviamo".

13.46 - A pochi minuti dalla gara le parole di Marc Marquez, oggi in 13esima posizione: "Vediamo come va perchè la temperatura è alta, per la gomma davanti può andare bene, dobbiamo fare una bella partenza. Il passo gara ieri era buono".

13.42 - Pit-Lane aperta, i piloti cominciano ad allinearsi sulla griglia di partenza.

13.39 - Le impressioni di Max Biaggi sulla gara: "Sempre bello esser qua al Mugello, il bello è che delle moto veloci e prestanti con le gomme così riescono ad andare forti anche negli ultimi giri. Sempre gran velocità"

13.34 - Giornata di sole sul Mugello oggi, Valentino Rossi è arrivato ora nel suo box. Ovviamente sulle tribune ci sono tantissimi colori e tante bandiere per sostenere Valentino e le Ducati.

13.30 E' GIUNTO IL MOMENTO TANTO ATTESO! GLI ULTIMI TIFOSI STANNO ENTRANDO ALL'INTERNO DELL'AUTODROMO DEL MUGELLO PER ASSISTERE ALLA GARA DELLA MOTO GP CHE REGALERA' TANTISSIME EMOZIONI! MEZZ'ORA E SARA' BAGARRE! 

13.20 Rabat, il vincitore del Gp del Mugello, ai microfoni della Tv internazionale al termine della gara: "E' stata dura restare davanti. Avevo un problema all'anteriore. Mi hanno ripreso e potevano battermi. Ho spinto al massimo cercando di guadagnare il possibile fino alla fine. Il Mugello è una pista speciale e sono contentissimo. Adesso dobbiamo lavorare per continuare a migliorare". 

13.15 Zarco a fine gara: "Era possibile vincere, ero piuttosto vicino, potevo entrare all'interno anche se sarebbe stato ideale prendere la scia uscendo all'esterno. Sono comunque soddisfatto, ho guadagnato ancora sul secondo in classifica. E' stato un weekend non molto positivo, soprattutto in prova, ma va bene cosi".  

Questo l'ordine d'arrivo 

VINCE RABAT!!!!! TITO RABAT VINCE IL GRAN PREMIO DEL MUGELLO DAVANTI A ZARCO CHE SI CONFERMA IN TESTA AL MONDIALE! TERZO AEGERTER, QUARTO LOWES! 

E' molto vicino Zarco! Si decide tutto alle ultime curve! 

ULTIMO GIRO! Ci sono 5 decimi tra i due piloti! Rabat cerca la prima vittoria stagionale, con Zarco che lo tallona a breve distanza! 

2 giri - Sono al limite sia Rabat che Zarco. Scodano le moto dei primi due del Gp del Mugello! 

4 GIRI - ANCORA ZARCO INDEMONIATO! 3 I DECIMI TRA LUI E RABAT! SARANNO QUATTRO GIRI DI FUOCO! 

6 giri - Zarco sta ricucendo lo strappo che lo separa da Rabat: adesso sono soltanto cinque i decimi di ritardo del numero uno del Mondiale dal leader della corsa. Dietro Lowes cerca di raggiungere il terzo posto di Aegerter. 

9 giri - Zarco recupera qualcosa su Rabat, che ha ancora 1'' di vantaggio! 

11 giri - 1'52''8 per Rabat, Zarco perde ancora, con il vantaggio che si allarga ancora a 1'2''

IL RITORNO DI SAM LOWES! QUARTO DAVANTI A SALOM! PROVERA' A TORNARE SU ZARCO E AEGERTER, MENTRE RABAT SEMBRA ORAMAI LONTANO! 

13 giri - Va via Rabat! Guadagna 2 decimi su Aegerter ed allunga a 8 decimi sul primo dei rivali, che viene incalzato in seconda posizione da Zarco! 

15 giri - Cadono tutti! Anche Folger finisce fuori pista lasciando a Zarco, leader del Mondiale, la terza posizione. RABAT! SCAVALCA AEGERTER ED E' IN TESTA! 

16 giri - Rabat con due giri velocissimi entra negli scarichi di Aegerter! A breve l'attacco del pilota spagnolo ai danni dello svizzero che guida il gruppo. 

Contatto nelle retrovie anche tra Morbidelli e Kallio! Ne fanno le spese emtrambe che finiscono nella ghiaia, con il finnico che si tiene il polso. 

18 giri - Strada che sembra spianata per Rabat che scavalca Simeon e punta Aegerter in prima posizione! 

ANCHE LUTHI A TERRA! CHE ERRORE DI LUTHI! 

Corsi è tornato in pista dopo il contatto con Lowes, ma la sua gara è ampiamente compromessa: ventinovesimo! 

19 giri - Adesso davanti c'è Luthi, Aegerter segue, Simeon e Rabat ricuciono lo strappetto dopo la caduta di Corsi, con Lowes che è rientrato in decima posizione. 

CADE CORSI! CONTATTO CON LOWES ALLA SAN DONATO! CORSI A TERRA, CHE PECCATO PER L'ITALIANO CHE ERA PARTITO BENISSIMO! 

Primo giro - Aegerter, Luthi, Lowes, Corsi

21 giri - Grande partenza di Corsi che, in questo momento, è quarto! Male Lowes, terzo! Davanti c'è Aegerter, secondo Luthi. 

SI PARTE! Seconda pole position stagionale e record della pista per Sam Lowes! Era dal '77 che due piloti inglesi non partivano in pole in due categorie diverse! 

12.20 Si chiudono gli ombrelli! Tutto pronto con il giro di ricognizione della Moto 2. 21 giri per la gara che vede Zarco in testa al Mondiale con 89 punti, Luthi e Folger ad inseguire. 

12.10 Si è appena chiusa la gara della Moto 3. Ha vinto Oliveira, primo portoghese a vincere un Gp, secondo Kent, terzo un ottimo Fenati che ha battagliato fino all'ultimo centimetro con Bagnaia per la piazza d'onore sul podio. A breve partirà la Moto 2.

12.00 Buona Domenica e benvenuti al Gran Premio d'Italia. Oggi vi guideremo verso l'inizio del GP del Mugello, raccontandovi quanto successo nei giorni scorsi, nell'attesa dell'inizio di una gara che si prospetta a dir poco spettacolare. In Diretta il Motomondiale su Vavel Italia. Live il Gp del Mugello, in Diretta la MotoGP. Siete pront?! Inizia la bagarre!!!

In toscana quest'anno ci sarà il tutto esaurito, grazie a due italiani che vanno fortissimo: Dovizioso e Rossi. Il forlivese con la sua Ducati sino ad oggi è stato sempre sul podio tranne che nel gp di Jerez e sul tracciato italiano la rossa punta al bottino pieno, mentre Valentino Rossi dopo un inizio di stagione incredibile con gia 2 successi, per la prima volta dal 2008 arriva qui in vetta alla classifica del campionato. E il 2008, guarda caso, è l'anno dell'ultimo successo del pesarese...

Il Campione di Tavullia questa mattina ha fatto segnare il quarto tempo nel warm up, a dimostrazione della progressione del weekend. Pochi sono i decimi che lo separano dalla vetta: 290. Se il weekend di Rossi, soprattutto nelle prime sessioni, non è apparso brillante come tutti si aspettavano, il suo compagno di squadra detta legge. Un ritrovato Jorge Lorenzo anche stamattina nel warm up ha fatto segnare il miglior tempo, dimostrando di avere un passo gara decisamente migliore rispetto ai suoi avversari. Le Ducati però sono lì e sanno di poter far bene nel weekend di casa. Andrea Iannone, detentore della pole position, è staccato da Lorenzo di soli 71 millesimi e la gara si preannuncia interessante. Una caduta invece ha fermato Andrea Dovizioso, che non ha fatto segnare nessun tempo. Il forlivese però sta bene ed è pronto a schierarsi in griglia oggi pomeriggio: “Non mi aspettavo di cadere. Ho fatto un giro un po’ più piano, non ho controllato l’inserimento in curva e sono scivolato. Mi dispiace tanto per la moto, ma non mi sono fatto male e questo è l’importante”.

È una Honda a due facce quella che vediamo in questa domenica mattina. Nel warm up Dani Pedrosa ha ottenuto un ottimo terzo tempo, a poco meno di due decimi da Lorenzo. Nonostante le difficoltà fisiche evidenti, lo spagnolo sta cercando di risalire la china dando il massimo. A soffrire è ancora Marc Márquez. Il Campione del mondo in carica, dopo un sabato disastroso, ha chiuso il warm up con il nono tempo. Il distacco inizia a farsi importante: si tratta di poco più di mezzo secondo dal leader. Weekend difficile dunque per Márquez, che non riesce a guidare come vuole e si rende protagonista, stavolta in negativo, del fine settimana toscano. 

Per l’occasione, i piloti italiani sfoggiano caschi nuovi, che hanno inaugurato ieri, come da tradizione. Inutile dire che gli occhi erano puntati ancora una volta sul casco di Valentino Rossi, pensato insieme all’ormai celebre Aldo Drudi. La calotta, proprio sopra la visiera, è fatta a specchio, in modo tale da far riflettere il suo pubblico sul casco quando gira in pista. Nella parte posteriore sono disegnati i vari livelli della batteria, come metafora del suo andamento del weekend: si parte dal basso con il rosso, che rappresenta il venerdì di libere, sempre sottotono, per poi arrivare al giallo fluo, il suo colore indicativo delle prestazioni della domenica. Il calore del suo pubblico caricherà il Dottore nonostante delle qualifiche sotto le aspettative e questo casco ne è ancora una volta la dimostrazione. 

Come anticipato all’inizio, attenzione per questo weekend si concentrerà soprattutto sui piloti di casa, che questo weekend si sfideranno davanti al loro pubblico. Cominciamo con Valentino Rossi, che arriva al Mugello da leader iridato grazie ai podi ed alle vittorie conquistati finora: non c’è dubbio che questo weekend il Dottore farà di tutto per ottenere il successo. Passiamo ora ai piloti Ducati: Andrea Dovizioso s’è dimostrato molto veloce e in grado di lottare con Honda e Yamaha, anche se ammette che nella scorsa gara è mancato qualcosa. I test svolti di recente su questo tracciato dalla squadra di Borgo Panigale però sono stati più che positivi, quindi ci si aspetta un gran risultato dalle rosse questo weekend. Da tenere in conto anche Andrea Iannone, protagonista a Le Mans di una bella battaglia con Marc Márquez nonostante una spalla non completamente a posto, che quindi sarà sicuramente più vicino ai primi. Scontato citare anche il trio spagnolo composto daJorge Lorenzo, Marc Márquez e Dani Pedrosa. Se il maiorchino della Yamaha ha risolto i problemi di inizio stagione ed è più in forma che mai, non è così per il duo Honda, alle prese finora con qualche problema in più del dovuto: sia il campione del mondo che il pilota di Sabadell, ancora convalescente, intendono lasciarsi alle spalle una tappa francese al di sotto della aspettative, in un circuito difficile ma che regala sempre grande spettacolo.

Live Gran Premio d'Italia, GP del Mugello

Pole di Iannone, terzo tempo di Dovizioso: il Mugello si colora di Rosso. La potenza della Desmosedici fa paura: Michele Pirro, il collaudatore di Borgo Panigale, correndo con una wild card ha chiuso con il sesto crono. Tre Rosse nelle prime sei è roba da stropicciarsi gli occhi: su quel rettilineo infinito le moto italiane sembrano volare. Ma dicono che il passo di Jorge Lorenzo sia più costante, e poi Valentino (ottavo tempo a 4 decimi dal pilota abruzzese) attaccherà al primo tornante. Al Mugello sarà una gara indimenticabile. E chissà che Marquez, incredibilmente fuori dalla seconda sessione di qualifiche  -  partirà dalla quinta fila  -  non regali una delle sue straordinarie rimonte.

Iannone: "Dimenticare il dolore". Andrea Iannone festeggia la sua prima pole in MotoGp con un crono straordinario (1'46"489) e una promessa: "Domani sarà dura, 23 giri in queste condizioni fisiche. Ma io non mi arrendo. Ci proviamo eccome". Ha una spalla malconcia, la testa dell'omero fratturata. Però con questa Ducati non c'è limite ai sogni. "In 3 anni abbiamo costruito qualcosa di incredibile. Quando hai una moto così puoi solo pensare positivo. E non mollare". Ma il dolore è sempre più forte. "Le infiltrazioni non mi fanno più effetto. Devo solo dimenticare la sofferenza. Concentrarmi sulla gara". Il giro più veloce è stato un capolavoro di tecnica e coraggio. "Sono stato quasi perfetto. Ho rischiato davvero tanto, ma lo volevo a tutti i costi". Dedica la giornata alla Ducati: "Un gruppo fantastico, una famiglia. Siamo grandi".

Dovizioso: "Una vittoria al Mugello, che apoteosi". "Sono molto contento del mio tempo", conferma un raggiante Andrea Dovizioso. E' la conferma della velocità della Ducati anche in funzione gara. Non è tanto importante fare un gran giro, piuttosto essere costanti. Forse Lorenzo lo è di più, ma noi saremo competitivi". Questa Gp.15 impressiona per forza ed agilità. "La stiamo ancora sviluppando. E così facciamo prove anche un po' azzardate, considerato che il tempo a disposizione è poco. Però in questi giorni sapevo sempre quel che dovevo fare, e tutto mi riusciva alla perfezione. Continuiamo a migliorare nei dettagli. Siamo sicuramente da podio. La vittoria? Qui al Mugello sarebbe l'apoteosi".

Il Dottore: "Serviva un pelino in più". Valentino ha un sorriso a metà. "Non sono stato bravo abbastanza. Serviva un pelino in più, perché partire dalla terza fila non è certo il massimo". Il Dottore ha continuato a progredire, ma.. "Ma non abbastanza. Ho ritrovato fiducia sul davanti, riesco ad essere più costante. Ci siamo continuamente migliorati in questi giorni. Però con l'ottavo tempo è tutto più difficile. Vuol dire rischiare di veder andare via Lorenzo (che frena meglio di me ed ha un gran passo) e Dovizioso. Speriamo di fare altri progressi domattina durante il warm up".

Lorenzo: "Sarà una gara incredibile". Anche Lorenzo è rimasto colpito dal supermotore della Ducati. "Qui è la moto più equilibrata, completa. Oggi era difficile, girare più veloce della Rossa. Ma io mi sento molto bene, sono tornato a lavorare con Ramon Forcada (il capomeccanico venerdì era volato in Spagna, per la morte del padre) e i risultati si sono visti subito". Non si può dire la stessa cosa per Marc Marquez: il campione in carica nella Q1 si è fatto sorprendere da un altro ducatista (Hernandez, nella versione Octo-Pramac) ed Aleix Esparagarò, così è rimasto fuori dalla Q2 e partirà lontanissimo. "Ma di sicuro farà subito una grande rimonta", dice Lorenzo. "Può lottare benissimo per il podio. E forse anche per la vittoria. Sarà un gran premio incredibile".

Valentino Rossi: "Questo è il vero gran premio d'Italia, qui c'è una grande atmosfera, uno dei circuiti migliori, un tracciato fantastico vecchio stile. Poi ci sono le colline con tanto pubblico che rendono questo posto bellissimo. E' un circuito vecchio stile, come Assen o Barcellona, dove il tracciato segue la terra, non è costruito al 100% con il computer, l'asfalto segue la terra e perciò ci sono delle curve speciali molto belle da fare con la moto. Quest'anno siamo tutti in gran forma, perciò sarà difficile, ho vinto qui spesso, ma l'ultima volta è stato tanto tempo fa, nel 2008...qui Jorge va fortissimo, fa sempre o primo o secondo, Marc invece qui vinse lo scorso anno dopo una battaglia fantastica con Jorge. Poi ci saranno le Ducati che vanno forte quest'anno ed hanno fatto un test qui quindi saranno protagonsite"

Jorge Lorenzo: "Dopo un inizio difficile sono andato forte a Jerez e a Le Mans, anche se in Francia è stata più difficile. Qui al Mugello è molto diversa la pista, dobbiamo continuare a dimostrare che anche qui siamo competitivi. Comunque il pacchetto è ok e lo dimostra il fatto che la Yamaha ha ottenuto 4 vittorie consecutive. Questo è un circuito magnifico, con pendenza ed un grande grip... Amo correre qui! Il campionato è molto equilibrato, oltre a noi di Yamaha e Honda poi quest'anno anche le Ducati vanno forte. Certo, per ora comunque sembra una stagione Yamaha, dove noi siamo in lotta per il titolo"

Marc Marquez: "Fino ad oggi non è stato facile, ma prima di Le Mans non eravamo lontani. Qui al Mugello lo scorso anno vicemmo, vediamo come andrà stavolta.  Quest'anno è stata dura, ci aspettavamo una Yamaha forte, ma la grande sorpresa è la Ducati. Comunque non credo siamo molto lontani, anche se dobbiamo migliorare, cercheremo di lottare per la vittoria come nelle prime gare. Questa pista è bellissima, mi è sempre piaciuta sin dalla 125 e mi trovo bene con i fan italiani"

Andrea Dovizioso "Per tutti i piloti italiani e anche per la Ducati è importante questa gara. A Le Mans siamo andati forte, ora dobbimo migliorare sulla distanza per lottare per la vittoria. Comunque sono dettagli da perfezionare per essere li. E' stato importante tornare sul podio a Le Mans dopo la brutta gara di Jerez, volevo stare con Valentino ma non ci sono riuscito, ma penso che potevo stare con lui. Qui poi abbiamo fatto un test dopo Jerez, e ci servirà da base per la gara. tutti dicono che in quelle prove siamo stati veloci ed è vero, però eravamo solo noi quindi non si può dire quanto siamo andati forte o meno, ma ripeto ci mancano ormai piccoli dettagli per giocarci la vittoria"

Gara davvero spettacolare quella della scrosa stagione. Una gara per nulla scontata nonostante le premesse lo facessero capire con il solito Marquez in pole positzion. Lo spagnolo si riuscì ad imporre nel Gran Premio d'Italia soltanto all’ultimo giro dopo una epica battaglia con Jorge Lorenzo. Duello pazzesco tra Marquez e Lorenzo che ha fatto impazzire il pubblico per la quantità di sorpassi. Enorme gara anche per Valentino Rossi che da 10° recuperò fino alla 3^ posizione finale, chiudendo con quello che fu il 151° podio in classe regina. Quarto posto per Dani Pedrosa davanti a Iannone e Pol Espargarò.
Anche quella gara confermò lo strapotere di Marquez, che festeggiò la sesta vittoria consecutiva in Toscana.

Rivi lo spettacolare duello tra Lorenzo e Marquez

Costruito nel 1972 e inaugurato nel 1974, l’Autodromo Internazionale del Mugello si trova nel comune di Scarperia, a nord di Firenze, in Toscana. Ha ospitato il Motomondiale per la prima volta nel 1976, ma dal 1991 è un appuntamento fisso. Il tracciato della pista è lungo 5245 metri, e si snoda attraverso 15 curve, di cui 9 a destra e 6 a sinistra. È caratterizzato da un rettilineo in salita lungo più di un chilometro, da bruschi cambi di pendenza e da curve molto veloci, cieche e impegnative, come l’"Arrabbiata 1" e l’"Arrabbiata 2". Altri punti importanti sono la Casanova-Savelli, una chicane destra-sinistra in discesa, o la curva "San Donato", la prima del tracciato (posta in fondo al rettilineo), dove è importante frenare il più tardi possibile. Il record del tracciato in 1:47.39 appartiene dal 2013 al campione del mondo in carica Marc Márquez.