MotoGP, GP Catalunya: le parole di Lorenzo, Rossi e Pedrosa

Quarta vittoria per Jorge Lorenzo, che trionfa anche sul tracciato di casa. Assieme a lui sul podio il compagno di squadra Valentino Rossi e Dani Pedrosa, unica Honda ufficiale al traguardo. Le dichiarazioni dei tre piloti a fine gara.

MotoGP, GP Catalunya: le parole di Lorenzo, Rossi e Pedrosa
foto: crash.net

Jorge Lorenzo ormai non si ferma più: dopo un inizio di stagione sottotono, il maiorchino ha decisamente cambiato marcia, ottenendo il quarto successo consecutivo in questa stagione. Valentino Rossi chiude oggi in seconda posizione dopo aver tentato una rimonta sul compagno di squadra che però non ha avuto successo: ora tra i due piloti Yamaha il distacco in classifica iridata è di solo un punto. Chiude al terzo posto Dani Pedrosa, che regala così al suo pubblico ma anche a famiglia, amici e team un bel risultato dopo un periodo difficile. Ecco le dichiarazioni dei tre piloti appena conclusa la gara.

Cominciamo con il vincitore, Jorge Lorenzo, che porta a casa un nuovo successo: “È stato un weekend difficile per me a causa del caldo, che non mi ha permesso di ripetere anche oggi il passo che avevo fino a ieri, sentivo che la moto non era a posto e ho rischiato di cadere un paio di volte. Valentino andava meglio di me, sapevo che stava recuperando e non ero sicuro di vincere, ma sono rimasto concentrato e ho cercato di guidare meglio delle altre volte, era importante per noi. Ho recuperato molti punti su Rossi, ma è difficile perché lui riesce sempre ad essere molto costante in gara. Per le prossime gare, ognuna ha una sua storia: quando siamo a posto dobbiamo sempre cercare di fare più punti possibili come oggi, perché può capitare la gara sfortunata, ma almeno hai un buon margine.” Interrogato poi sul rapporto con Rossi, decisamente diverso rispetto a quello di qualche anno fa, Lorenzo risponde così: “Certo, abbiamo un buon rapporto ora. Non siamo amici perché è difficile esserlo in questo ambiente, ma lavoriamo bene assieme, è molto importante per il team.

Valentino Rossi chiude questa gara sul secondo gradino del podio, anche se ammette di non essere del tutto soddisfatto: “Ero convinto di poter prendere Jorge, ci ho provato ma non ci sono riuscito. Il problema è stato partire dalla terza fila, ho perso tanto tempo all’inizio della gara, ma alla fine, anche se la moto scivolava, avevo lo stesso ritmo di Jorge, ma non sono riuscito a prenderlo. Devo essere sincero, un po’ mi dispiace perché sono sicuro che sarebbe stata una bella battaglia, mi sentivo forte. Bisogna migliorare però perché non posso partire così indietro: mi mancano sempre due decimi durante le qualifiche, ieri sapevo di poter fare un tempo utile per entrare nei primi cinque ma non ci sono riuscito. Comunque è stata una bella gara, il podio è sempre importante. Adesso Jorge è a solo un punto da me, sarà una bella lotta nelle prossime gare.

Il terzo classificato di oggi, Dani Pedrosa, sfoggia un bel sorriso che vuol dire tante cose: unica Honda ufficiale ad aver tagliato il traguardo, il catalano torna sul podio sul tracciato di casa, ripagando così tutte le persone che l’hanno supportato in un periodo non così facile. “Sono molto felice per il podio, è un traguardo bellissimo dopo tanto tempo e considerando quello che è successo” dichiara Pedrosa, “ed è bello esserci riuscito sul tracciato di casa davanti alla mia famiglia, ai miei amici, al mio team, al mio pubblico ed ai medici che mi hanno sempre sostenuto, li ringrazio tutti di cuore. La gara però non è stata facile: all’inizio le condizioni della pista erano difficili e ci sono state molte cadute, poi io sono partito male ma ho cercato di restare tranquillo per recuperare. Sono riuscito a risalire fino alla terza posizione, ma era impossibile prendere le Yamaha oggi. Il divario però è abbastanza preoccupante: non abbiamo il giusto grip in uscita di curva, la moto si muove molto e a volte non risponde come vorremmo, e se si prova a spingere più del dovuto si rischia di cadere. Dobbiamo lavorare molto già da domani, soprattutto sul motore, anche se con questo regolamento è difficile fare delle modifiche: spero che venga fuori qualche idea per ridurre il distacco, oggi eravamo molto lontani.”