MotoGP - Márquez: "Domani gara difficile", Pedrosa: "Importante partire bene"

I due piloti del team Repsol Honda si sono resi protagonisti anche in queste qualifiche nella lotta per la pole position: Márquez scatta dalla seconda posizione, Pedrosa dalla quarta. Ecco le dichiarazioni rilasciate dai due piloti a fine turno.

MotoGP - Márquez: "Domani gara difficile", Pedrosa: "Importante partire bene"
foto: Repsol Media

Le qualifiche del Gran Premio di San Marino hanno visto protagonisti anche i due piloti del team Repsol Honda, che comunque hanno conquistato le prime quattro posizioni dividendosele con i due contendenti al titolo di casa Yamaha. Marc Márquez scatta dalla prima fila, precisamente dalla seconda posizione, stampando un tempo molto vicino a quello del poleman Jorge Lorenzo, mentre Dani Pedrosa ha mancato di appena 76 millesimi la terza posizione, conquistata da Valentino Rossi, ed aprirà quindi la seconda fila.

Il campione del mondo in carica Marc Márquez ha mostrato un buon ritmo fin dalle prime sessioni di prove libere, come dimostra la prima fila, ma ammette di non essere del tutto soddisfatto: “Non sono contento della mia sessione cronometrata. Avrei potuto migliorare i miei tempi, ma a volte le cose non vanno come speriamo. L’importante è che, nonostante questo, scatteremo dalla prima fila, in seconda posizione, a solo un decimo da Jorge [Lorenzo]. Domani sarà una gara difficile: sia Jorge che Valentino [Rossi] e Dani [Pedrosa] hanno un gran ritmo, ma cercheremo di lottare fino alla fine.

Dani Pedrosa si è sempre mantenuto vicino ai primi e domani vorrà sicuramente realizzare una buona gara fin dall’inizio, per essere in grado di giocarsi le posizioni del podio e, perché no, la vittoria assieme ai piloti Yamaha ed al compagno di squadra: “Sono state delle qualifiche un po’ strane perché ho sbagliato in un paio di punti e poteva andare un po’ meglio. Adesso bisogna pensare a domani, cercheremo di partire e fare la prima curva al meglio, in modo da non perdere posizioni e lottare per mantenere il miglior ritmo possibile per tutta la gara.”