Misano: Marquez vince, Rossi quinto e Lorenzo cade

A Misano trionfa Marc Marquez davanti a Bradley Smith e Scott Redding. Valentino Rossi è solo quinto, dopo un errore strategico. Jorge Lorenzo cade e la lotta per il Mondiale si fa più dura.

Misano: Marquez vince, Rossi quinto e Lorenzo cade
Getty Images

GP di San Marino e della Riviera di Rimini un po’ particolare, con Marc Marquez vincitore, merito soprattutto di una scelta di strategia sbagliata di Valentino Rossi e della sua, azzeccatissima. Quando c’era la pioggia Marquez ha sostituito la moto per primo, Jorge Lorenzo per secondo e Rossi per ultimo, dopo che le gomme rain che montava erano distrutte e gli avevano fatto perdere parecchi secondi. Ha salvato il salvabile guadagnato dei punti arrivando quinto, dopo la caduta del rivale Lorenzo. Sul podio anche i britannici Bradley Smith e Scott Redding.

CRONACA - La moto di Michele Pirro si spegne prima del warm up lap, il pilota italiano rientra ai box, cambia la moto ma deve partire dalla pit lane. Al via le prime tre posizioni rimangono quelle della griglia: Lorenzo, Marquez e Rossi, con i due spagnoli davvero vicini. Si fa presente una debole pioggia già durante il secondo giro e volendo i piloti possono rientrare a cambiare moto. Intanto Lorenzo fa segnare il giro veloce, significa che l’asfalto è ancora in buone condizioni e girare con le gomme da bagnato sarebbe inutile. La pioggia in poco tempo prima sembra sparire, poi si intensifica e viene esposta la bandiera con la croce di Sant’Andrea. I piloti iniziano a rientrare e Lorenzo da l’impressione di non voler rischiare e perde tutto il vantaggio che aveva su Marquez. Tutti e 3 rientrano in pit lane per cambiare moto, rientrano in gara e Marquez passa Lorenzo, che non reagisce e sta attento a non fare mosse azzardate. Errore di Marquez che in curva allarga troppo e Lorenzo si riprende la posizione da leader, con Rossi che insegue dalla terza posizione. In pochi passaggi il gruppo si ricompatta, ma mancando ancora 16 giri e con la possibilità di poter rientrare a cambiare nuovamente moto dato che la pista si sta asciugando, può succedere di tutto.

Rossi guadagna la seconda posizione ai danni di Marquez e studia il compagno di squadra Lorenzo. Un paio di giri e lo passa, però ormai il momento di riutilizzare la moto da asciutto con le gomme slick si avvicina. Il primo a fare il cambio moto è Marquez e probabilmente questa sarà la scelta migliore, visto che le sue gomme erano praticamente finite e lo spagnolo stava perdendo da Lorenzo. I due piloti di casa Yamaha proseguono la loro corsa e rimangono in pista in più rispetto a Marquez. Rossi sta facendo una scelta davvero rischiosa, rientrando un giro dopo Lorenzo quando Marquez ha solo 7 secondi di distacco. Il rivale di Rossi, Lorenzo, perde il posteriore e cade; questo 0 in classifica è davvero pesante. Rossi passa in quinta posizione, davanti a Petrucci. Mancano tre giri alla bandiera a scacchi e Marquez è in testa, davanti a Smith, Redding e Baz. Non succede altro e lo spagnolo va a vincere. Rossi chiude al quinto posto, la sua scelta di cambiare la moto dopo gli altri poteva danneggiarlo molto di più, i danni sono ridotti grazie alla caduta di Lorenzo.

In classifica Rossi comanda con 247 punti, 23 in più di Lorenzo e 63 su Marquez. In quarta posizione Andrea Iannone, con 159 punti. Andrea Dovizioso ha perso la quinta posizione a favore di Bradley Smith. I due hanno rispettivamente 128 e 135 punti.

CLASSIFICA

1 25 93 Marc MARQUEZ SPA Repsol Honda Team Honda 146.6 48'23.819
2 20 38 Bradley SMITH GBR Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 146.3 +7.288
3 16 45 Scott REDDING GBR EG 0,0 Marc VDS Honda 145.7 +18.793
4 13 76 Loris BAZ FRA Forward Racing Yamaha Forward 145.3 +26.427
5 11 46 Valentino ROSSI ITA Movistar Yamaha MotoGP Yamaha 145.0 +33.196
6 10 9 Danilo PETRUCCI ITA Octo Pramac Racing Ducati 144.9 +35.087
7 9 29 Andrea IANNONE ITA Ducati Team Ducati 144.8 +36.527
8 8 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Ducati Team Ducati 144.8 +37.434
9 7 26 Dani PEDROSA SPA Repsol Honda Team Honda 144.7 +39.516
10 6 41 Aleix ESPARGARO SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 144.7 +39.692
11 5 35 Cal CRUTCHLOW GBR LCR Honda Honda 144.6 +41.995
12 4 43 Jack MILLER AUS LCR Honda Honda 144.4 +46.075
13 3 63 Mike DI MEGLIO FRA Avintia Racing Ducati 144.2 +48.381
14 2 25 Maverick VIÑALES SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 144.1 +52.325
15 1 19 Alvaro BAUTISTA SPA Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 144.0 +53.348
16 6 Stefan BRADL GER Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 143.7 +58.828
17 69 Nicky HAYDEN USA Aspar MotoGP Team Honda 143.5 +1'02.649
18 8 Hector BARBERA SPA Avintia Racing Ducati 143.4 +1'04.768
19 50 Eugene LAVERTY IRL Aspar MotoGP Team Honda 143.4 +1'05.677
20 71 Claudio CORTI ITA Forward Racing Yamaha Forward 138.8 1 Lap
21 17 Karel ABRAHAM CZE AB Motoracing Honda 137.4 1 Lap