Test di Sepang, Day 3: le parole dei protagonisti

I commenti a chiusura della tre giorni di test malese.

Test di Sepang, Day 3: le parole dei protagonisti
Jorge Lorenzo

I commenti dei principali protagonisti di questa tre giorni di test.

Jorge Lorenzo (Yamaha Movistar)

“Il crono finale parla da sé. Abbiamo girato molto bene con la nuova elettronica e la gomma dura al posteriore. Michelin ha fatto un grosso passo avanti sulla anteriore evoluta, adesso il feeling è simile allo scorso anno (con le Bridgestone, ndr). In questi tre giorni mi sono trovato bene e sono stato veloce malgrado l’influenza. A Phillip Island miglioreremo ancora e faremo una simulazione di gara”.

Valentino Rossi (Yamaha Movistar)

“Sono soddisfatto del test e della giornata odierna. Abbiamo provato molte cose e raccolto informazioni utili su come migliorare la moto. Secondo non è male, anche se penso di poter migliorare il crono di 2:00.5. Proveremo ancora entrambe le versioni della M1 a Phillip Island per decidere con quale delle due proseguire. Ho testato anche le alette ma non avverto differenza, la M1 è più bella senza”.

Marc Marquez (Honda Repsol Hrc)

“Siamo migliorati nell’arco dei tre giorni ma siamo ancora lontani da dove vorremmo essere. Oggi mi sono concentrato sull’elettronica e sul telaio, cercando di capire quale set up si adatti meglio alle nuove gomme. Abbiamo provato anche diversi tipi di pneumatici anteriori. Complessivamente è sono stati test positivi”.

Danilo Petrucci (Ducati Pramac)

“Voglio ringraziare i ragazzi del team: ieri pomeriggio abbiamo deciso di provare con un set up diverso a mezzora dal termine e mi hanno preparato la moto in 10 minuti. Oggi lo stesso, anche se abbiamo avuto due problemi che ci hanno tenuti fermi nel box per molto tempo. Un peccato perché avremmo dovuto fare progressi specie sul passo gara. Comunque sono felice del test e non vedo l’ora di provare a Phillip Island, una pista che amo”.

Andrea Dovizioso (Ducati Team)

“Al momento le gomme rappresentano la priorità. È stata una tre giorni difficile, dove ci sono stati diversi inconvenienti che ci hanno permesso di provare poco. Siamo consapevoli delle difficoltà, proprio per questo motivo ci sarà molto da lavorare, anche sul setting, fin dal prossimo appuntamento”.

Andrea Iannone (Ducati Team)

“Sono abbastanza fiducioso, in particolare per quanto riguarda il ritmo della moto, dato che siamo vicini ai più veloci. Proprio questo mi fa pensare che tutto sia nella normalità. Sulle gomme ci sarà molto da lavorare, in modo che si adattino al mio stile di guida, senza scordarci dell’elettronica. Dobbiamo trovare ulteriori margini per essere competitivi fin dalla prima gara. C’è del tempo però bisogna sfruttare velocemente tutte le opportunità”.