MotoGp - Sepang test: Iannone è il più veloce nel day 2

Il pilota di Vasto stampa il miglior tempo dei due giorni di test e stacca tutti i rivali di almeno quattro decimi. Alle sue spalle la Yamaha di Vinales e la Ducati di Bautista.

MotoGp - Sepang test: Iannone è il più veloce nel day 2
MotoGp - Sepang test: Iannone è il più veloce nel day 2

Dopo il tuffo nel passato di ieri con Stoner in sella alla Ducati che guardava tutti dall'alto verso il basso, oggi si torna al presente. E' infatti di Andrea Iannone il miglior tempo nella seconda sessione di test invernali sul circuito di Sepang. Il pilota di Vasto è stato al comando della classifica per gran parte del test, ma il giro più veloce lo ha stampato a dieci minuti dal termine, scalzando Zarco che in quel momento occupava la prima posizione con la Yamaha clienti del Team Tech 3.

Alle spalle dell'abruzzese si posiziona Maverick Vinales, sempre più a suo agio con la Yamaha versione 2017, mentre al terzo gradino del podio troviamo un sorprendente Alvaro Bautista che in sella alla nuova Ducati conferma quanto di buono ha fatto vedere nella giornata di ieri. Dopo il buio della prima giornata, dovuto anche ad un malessere fisico, torna a farsi vedere anche Valentino Rossi. Il Dottore ha svolto un lavoro prettamente tecnico sui vari setup, concentrandosi particolarmente sull'adattamento del nuovo motore e del telaio. Nonostante non abbia provato il time attack, il pilota di Tavullia è riuscito comunque ad ottenere il quarto posto di giornata a otto decimi da Iannone e a quattro dal nuovo compagno di squadra, Vinales. 

Lorenzo in sella alla sua Ducati | Photo: motoblog.it
Lorenzo in sella alla sua Ducati | Photo: motoblog.it

Chi invece è in difficoltà sono le due Ducati ufficiali. Sia Lorenzo che Dovizioso non hanno provato il time attack, ma mentre lo spagnolo si è migliorato di quasi un secondo, il forlivese ha peggiorato il proprio tempo di sette decimi. Continuano i malesseri anche per i piloti Hrc con Marquez più lento delle due Ducati, ma comunque vicino ad esse e Pedrosa che invece lascia sull'asfalto di Sepang mezzo secondo al proprio compagno di squadra.