Marquez: "Ai test in Qatar non ancora al 100%, ma quasi"

Il pilota spagnolo alla presentazione del documentario a lui dedicato dalla Dorna non è preoccupato della botta presa alla spalla nei test di Jerez, e si dice vicino al completo recupero.

Marquez: "Ai test in Qatar non ancora al 100%, ma quasi"
Marc Marquez, pilota Honda (Fonte: MotoGrandPrix)

Dorna in collaborazione con Movistar ha deciso di dedicare un film documentario a Marc Marquez, dal titolo "From Cervera To Tokyo". Il documentario realizzato ripercorre il 2016 del pilota di Cervera, una stagione che lo ha portato a trionfare guidando al di sopra dei problemi della moto, dal momento che Honda non era affatto la moto migliore del lotto.

Alla presentazione del film c'era ovviamente il pilota spagnolo, molto emozionato per il tributo a lui concesso, che ha rilasciato dichiarazioni al sito della Motogp: "è fantastico, perchè per arrivare a questo punto ci è voluto molto tempo, un punto in cui puoi rivederti sugli schermi. E' molto bello, e voglio ringraziare tutto lo staff della Dorna, perchè hanno lavorato duramente, e vediamo come andrà il riscontro con il pubblico".

Si passa a parlare poi, come è giusto che sia, anche di quella che è la pista, ed è inevitabile non trattare dei test pre stagionali fin qui svolti. La scorsa settimana Honda è stata impegnata in una due giorni di test privati sul circuito spagnolo di Jerez De La Frontera, dove i tecnici della casa nipponica hanno cercato risposte convincenti ai dubbi che si portano dietro da tutto l'inverno sull'elettronica della moto, specialmente per quanto riguarda l'erogazione della potenza. Marquez commenta così i test: "A Jerez è stato un test molto interessante, perchè abbiamo provato la moto in un circuito più corto e più stretto. Purtroppo però a fine giornata la temperatura è scesa parecchio e sono incappato in una scivolata, ho perso l'anteriore e mi sono fatto male alla spalla. Nulla di grave fortunatamente, ma stavolta è capitato a quella "buona", mentre di solito cado sempre sulla spalla sinistra. Sento ancora dolore ma la spalla sta migliorando, magari nei test in Qatar della prossima settimana non sarò al 100%, ma ci sarò molto vicino".