MotoGP, Gran Premio di Catalogna - Le Honda completano il podio, le dichiarazioni di Pedrosa e Marquez

Gli spagnoli di casa devono accontentarsi di completare il podio alle spalle di un indomabile Andrea Dovizioso: Pedrosa conquista punti preziosi in ottica Mondiale con il terzo posto, Marquez si riscatta dopo due cadute consecutive.

MotoGP, Gran Premio di Catalogna - Le Honda completano il podio, le dichiarazioni di Pedrosa e Marquez
MotoGP, Gran Premio di Catalogna - Honda sul podio, le dichiarazioni di Pedrosa e Marquez

E' la domenica di Andrea Dovizioso al Gran Premio di Catalogna. Dopo la vittoria del Mugello di sette giorni fa, il pilota della Ducati centra un fantastico bis in Spagna, vincendo a Barcellona davanti ai padroni di casa Marquez e Pedrosa. I due piloti Honda devono cedere il passo allo scatenato italiano, che scappa negli ultimi giri e ipoteca il secondo successo consecutivo in solitaria. Al termine della contesa, le parole dei padroni di casa sottolineano la grande prova del romagnolo, oltre a guardare con maggiore attenzione a quanto fatto in casa propria. 

Dopo due cadute di fila, Marc Marquez aveva bisogno di una prova d'orgoglio per riscattare un periodo delicato, prestazione che è arrivata con la giusta dose di cattiveria agonistica e lucidità, che hanno consentito all'iberico di guadagnare un prestigioso secondo posto: "Complimenti a Dovizioso, ha fatto una gara bellissima. Ha guidato alla grande. Per noi è stato un weekend difficile e abbiamo dovuto fare una gara intelligente. Credo che sia stata importante per la mentalità e per il resto del mondiale. Sapevo che sarebbe stata una gara difficile, quindi mi sono detto che avevo già vinto altre volte e dovevo soltanto spingere non interessandomi a quello che avrebbe detto la gente. Mi sono svegliato per fare una gara di cuore, cercando di restare positivo. Ho capito che in alcuni punti non potevo spingere altrimenti sarei caduto".

Stessi problemi che lamenta il compagno di squadra Daniel Pedrosa, abile tuttavia a gestire un buon terzo posto in ottica Mondiale, con le Yamaha che faticavano a centro gruppo: "Dal primo giro non avevo grip, ho cercato di restare tranquillo. Però dopo ho subito i sorpassi di Lorenzo e Marquez, ho dovuto capire se potevo rientrare. Ma la gomma davanti soffriva moltissimo e quindi ho dovuto contenere i danni. Non c’era modo di rimediare il distacco. Era dura restare competitivi, ho cercato di gestire le gomme. Gli altri erano più veloci e io non avevo più pneumatico per restare competitivo. Il fatto di essere arrivato a podio mi rende contento. Sono punti importanti".