MotoGp, Gp di Misano - Marc Marquez domina le FP1

Il centauro della Honda chiude davanti a tutti la prima sessione di prove libere, infliggendo distacchi ampi, ma le Ducati sono subito dietro con Pirro 2° e Dovizioso 3°.

MotoGp, Gp di Misano - Marc Marquez domina le FP1
MotoGp, Gp di Misano - Marc Marquez domina le FP1 - Source: Mirco Lazzari gp/Getty Images Europe

Si apre nel segno di Marc Marquez la prima sessione di prove libere del Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini. Sul Misano World Circuit Marco Simoncelli, il catalano è il più veloce al termine della prima sessione, in 1.33"556. Il centauro della Honda mette in mostra tutte le potenzialità della sua RC213V comandando per buona parte della mattinata e abbassando ulteriormente il limite nel finale.

Alle spalle del pilota di Cervèra, si piazzano le Ducati ufficiali di Michele Pirro e di Andrea Dovizioso. Per il pilota delle Fiamme Oro, dopo il Mugello, questa di Misano è la seconda wild-card stagionale e vorrà sfruttarla a dovere, dopo la buona prestazione nel Gp d'Italia. Intanto, Pirro piazza il secondo miglior tempo a 432 millesimi da Marc Marquez.

Il terzo tempo lo mette a segno, come detto, il leader del mondiale, Andrea Dovizioso. Il Dovi, a fine sessione, paga a Marquez 6 decimi, con il crono di 1'34"175.

Nonostante l'infortunio domestico, si va a prendere un'ottima quarta piazza Cal Crutchlow, che supera il dolore e chiude in 1'34"196, a 640/1000 dal capofila. Alle spalle di Cal, troviamo altre due Ducati, con Petrucci che anticipa Lorenzo, per la quinta posizione. Il ternano si ferma a 663 millesimi da Marquez, in 1'34"219, a pochi centesimi da Crutchlow e Dovizioso. Per Jorge Lorenzo, invece, c'è la settima posizione, con il maiorchino che è autore di un giro che lo porta a chiudere in 1'34"498 a quasi 1" dalla miglior prestazione di sessione.

Per Dani Pedrosa c'è soltanto l'ottava posizione, con 989 millesimi di ritardo dal compagno di team Marc Marquez.

Dietro Pedrosa, troviamo la Yamaha ufficiale di Maverick Vinales, seguita dalle due Yamaha clienti del Team Tech3. La casa di Iwata non sembra brillantissima in questo avvio, ma i riders si difendono, con Vinales che paga 1" netto e chiude in 1'34"592, seguito da Johann Zarco - vittima di una caduta, a causa dell'anteriore. Il francese è 9° a 1"146 da Marquez, in 1'34"702, mentre il compagno Jonas Folger completa la Top10, chiudendo la sua sessione con il miglior tempo personale di 1'34"786.

Subito a ridosso della Top10, troviamo le Ducati di Hector Barbera e di Alvaro Bautista, staccati, rispettivamente, di 1"2 e di 1"3 dalla testa. 13° tempo per Jack Miller, davanti ad Aleix Espargaro, con la prima delle Aprilia che chiude in 1'35.160, davanti a Tito Rabat e ad un opaco Andrea Iannone, soltanto 16°. Alle spalle dell'abruzzese, c'è il compagno Rins, seguito da Scott Redding con la seconda Ducati del Team Pramac

19° posizione per Pol Espargaro, davanti a Baz, Smith, Abraham e Sam Lowes, che chiude lo schieramento in 23° posizione.