MotoGP, Ktm guarda al futuro: 5 wild card per Kallio

La Grand Prix Commission ha approvato la richiesta della casa austriaca di cinque wild card per il finlandese. L'obiettivo è quello di continuare a passo spedito lo sviluppo della RC16.

MotoGP, Ktm guarda al futuro: 5 wild card per Kallio
MotoGP, Ktm guarda al futuro: 5 wild card per Kallio

Viaggia a vele spiegate il progetto KTM in MotoGP. Dopo l'ottima prima annata chiusa in crescendo con Pol Espargaro, la casa austriaca continua nel suo progetto di crescita e ha richiesto alla Grand Prix Commission di avere a disposizione cinque wild card per l'annata 2018, tutte da far utilizzare al proprio collaudatore Mika Kallio, che quest'anno quando ha sempre portato ottimi risultati quando gli è stata data la possibilità di gareggiare. 

La Grand Prix Commission, che si è riunita lo scorso 29 novembre, ha approvato la richiesta di Ktm e così il pilota finlandese potrà scendere in pista nei weekend di gara di Jerez (GP di Spagna), Barcellona (GP di Catalogna), Sachsenring (GP di Germania), Red Bull Ring (GP d'Austria) e Aragon (GP d'Aragona). In questi cinque gran premi, Kallio, affiancherà i due piloti titolari, Pol Espargaro e Bradley Smith. L'obiettivo della casa austriaca è ovviamente quello di accelerare la crescita della moto per arrivare il più competitivi possibile al 2019, anno in cui molti dei top rider saranno sul mercato e pronti a cambiare scuderia. 

Le squadre che utilizzano motori delle Case presenti (team satellite), con concessioni, hanno il diritto di poter schierare sei wild card a stagione anziché tre. È stato deciso che se un costruttore perde le concessioni, questo diritto non sarà revocato fino all'anno seguente.