Wrc 2017- Presentazione Rally di Montecarlo 2017

Si apre la stagione Wrc, con il rally più noto del calendario. Andiamo ad analizzare tutte e 10 le speciali, che vedranno i driver impegnati dal 19 al 22 gennaio

Wrc 2017- Presentazione Rally di Montecarlo 2017
Wrc 2017- Presentazione Rally di Montecarlo 2017Fonte: Rally.it

A due mesi dall’ultima prova speciale nel Rally d’Australia, che verrà a lungo ricordato per l’ultima apparizione, da costruttore ufficiale, di Volkswagen nel Wrc, il mondiale rally riparte e lo fa con il più classico dei rally: il Montecarlo.

Il rally, che si svolge tra la regione della Provence-Alpes-Côte d'Azur e la riviera monegasca, prenderà il via da Gap, giovedì 19 gennaio, con la consueta prova Shakedown, attorno al capoluogo della regione dell’Hautes-Alpes. In un disegno, dal punto di vista planimetrico, non definito, prima si scenderà verso sud, con le "Entrevaux-Ubraye Entrevaux > Ubraye",  a cui seguirà la "Bayons-Breziérs", per poi risalire verso nord e scendere nuovamente verso la riviera, con le ultime due prove, quella del Col de Saint-Roch e, poi, con la famosa prova del Col du Turini. 

SHAKEDOWN- Gap (3,35 km) – Giovedì 19 Gennaio, partenza: 16.00

Un piccolo prologo prima dell'inizio vero e proprio del Montecarlo servirà ai piloti per affinare le proprie regolazioni prima della partenza del rally. Il percorso è lo stesso del 2016 ed alterna tratti veloci a tratti molto guidati, in una sequenza di sali-scendi che potranno regalare spettacolo.

Fonte: vavel images
Fonte: vavel images

ES1: ENTREVAUX- UBRAYE (21,25 km) –Giovedì 19 gennaio, partenza: 20.14

Dopo un inizio di speciale non molto complicato, si arriverà al km 6, 370, qui inizierà un lungo tratto in discesa, dove sono molte alte le probabilità di incontrare del ghaccio. Finita la discesa inizierà l'ascesa al Col de Laval (1100m), che però dovrebbe essere molto veloce. Solo l’ultima parte è tortuosa, ma comunque non troppo complessa.

Fonte: vavel images
Fonte: vavel images

ES2: BAYONS-BRÉZIERS (25,49 km)- Giovedì 19 gennaio, partenza: 22.57

Partenza subito in salita, con la veloce ascesa al Col des Sagnes (1184m), che sarà interrotta da qualche tornante, si scende poi rapidamente verso Turriers et Bellaffaire su strada più ampia. Solo nel finale si incontrerà un settore molto tecnico, stretto e difficile specie in condizioni invernali

La stessa prova si terrà anche Sabato 21, con partenza alle ore 15.03

Fonte: vavel images
Fonte: vavel images

ES3: AGNIÈRES EN DÉVOLUY - LE MOTTY (24,63 km) –  Venerdì 10h11 / 14h28

Introdotta proprio in questa edizione, la speciale si svolgerà nel cuore del massiccio del Dévoluy, tra i dipartimenti di Hautes-Alpes e Isère. Prova veloce, sarà resa difficile dalle strade non molto ampie e soprattutto in discesa fin dall'inizio. Dopo le ES4 e  ES5, si tornerà a Agnières, per la PS6. 

Fonte: vavel images
Fonte: vavel images

ES4: ASPRES-LÈS-CORPS - CHAILLOL (38,94 km) – Venerdì 20 gennaio, partenza: 10.44

Dopo la salita, che presenterà alcuni strati di ghiaccio fino al Col de Festreaux (1106m), la discesa verso Saint-Firmin è aperta e soleggiata. Dal Chauffayer, la parte nuova della prova è più tecnica e molto meno rapida, anche attraverso il villaggio di St-Eusebe-en-Champsaur. Segue un tratto  largo e veloce fino al bivio D23 / D123, dove la strada diventa stretta e accidentata. Infine, da Infournas, si potrà trovare neve o ghiaccio sulla strada, fino al traguardo.

La stessa prova sarà ripetuta poche ore dopo, poiché alle 15.01 partirà la PS7.

Fonte: vavel images
Fonte: vavel images

ES5: LÉGER LES MÉLÈZES - LA BÂTIE NEUVE (16,83 km) – Venerdì 20 gennaio, partenza: 11.47 

Dopo un attraversamento del paese ed una spettacolare rotonda, inizierà subito la salita al Col de Moissière (1574m), tratto molto rapido nonostante la strada si restringa verso Ancelle. La discesa si presenta molto stretta e tortuosa nella foresta di Sapet, che dovrebbe riservare qualche sorpresa su una strada accidentata e mai curata in inverno. Nel tratto finale la strada non è in buone condizioni.

La stessa prova si terrà nuovamente alle 16.04 e sarà valida come PS8 e sarà l'ultima prova di giornata.

Fonte: vavel images
Fonte: vavel images

ES9: LARDIER ET VALENÇA - OZE (31,17 km) – Sabato 21 gennaio, partenza: 08.08

Si riparte subito con un'ampia e rapida salita fino all’entrata del villaggio di Lardier-et-Valença, a cui farà seguito un tratto veloce verso Vitrolles. Da qui inizierà una sequenza con due colli da superare, il Col d'Espréaux (1157 m) e il Col des Verniers (1042m), salite veloci, ma che saranno interrotte da tratti tortuosi. Gli ultimi 3 km in discesa per Oze non dovrebbero essere un problema, attenzione, però, alla scelta delle gomme. 

Come le altre prove, anche questa si svolgerà nuovamente, sempre nella giornata di Sabato, a partire dalle ore 11.13 e sarà l'11 PS del Montecarlo

Fonte: vavel images
Fonte: vavel images

ES10: LA BÂTIE MONTSALÉON - FAYE (16,78 km) – 08h58 

Prova che si presenta molto veloce sin dall’uscita di La Batie-Monsaléon sulla D148 . Da qui gli ultimi 15 chilometri della speciale ”Lardier-et-Valença – Faye “ che già abbiamo visto nel 2015 e 2016, che prevedranno le salite del Col Croce (838 m) e il Col de Faye (938m). 

3 ore dopo circa, alle 12.08, i piloti torneranno alla partenza per la PS12, che si terrà sullo stesso percorso. 

Fonte: vavel images
Fonte: vavel images

ES14: LUCÉRAM - COL SAINT-ROCH (5,50 km) – 09h22 

Spesso il Col de Saint Roch è stato coperto al Monte Carlo. Ma la versione da Luceram è inedita, la speciale sarà un vero e proprio sprint in salita, non molto veloce data la presenza di molti tornanti, che dovrebbero regalare spettacolo. 

Alle 11 si tornerà a Luceram perchè partirà, da qui, la penultima speciale, che, percorrendo lo stesso tragitto, porterà la corsa ancora in cima al Saint-Roch. 

Fonte: vavel images
Fonte: vavel images

ES15: LA BOLLÈNE VÉSUBIE - PEIRA CAVA (21,36 km) – 10h12 

Ed eccolo: il mitico Col de Turini, la salita simbolo del Montecarlo. Qui si potrebbe decidere tutto, come è successo spesso al Montecarlo. L'ascesa sarà ripida e tortuosa, ma non sarà da meno la discesa:  sinuosa e ripida attraverso il bosco fino Peïra-Cava, dove la neve e il ghiaccio sono parte dello scenario in questo periodo dell’anno. 

Il percorso sarà lo stesso dell'ultima prova, la Power Stage, che partirà alle 12.18

Fonte: vavel images
Fonte: vavel images

 

IL MONTECARLO IN TV- Non sono solo le novità regolamentari a rendere diverso questo mondiale 2017, ma anche i diritti Tv, che, dopo anni di esclusiva Premium, passano a Fox Sport e a Sky

La programmazione Fox Sports inerente al Rally di Montecarlo 2017 è la seguente:

Prima stage – 19 gennaio alle 22.45
Seconda stage – 20 gennaio alle 9.00
Terza stage – 21 gennaio alle 12.00 e alle 22.45 (Fox Sports Plus)
Power Stage – 22 gennaio alle 12.00, alle 19.30 e alle 22.45 (Fox Sports Plus)

Altro servizio di spessore è quello fornito dalla FIA, attraverso la piattaforma WRC+, un servizio valido e sempre disponibile. L'abbonamento, però, è a pagamento, 49,99 euro per l’intera stagione. Il servizio è visibile anche su Smartphone e Tablet sia Android che iOS scaricando l’app dedicata WRC. Per questo primo appuntamento del  WRC+, trasmetterà live le PS in elenco:

Giovedì 19 alle ore 20,00 PS1 live
Sabato 21 alle ore 11,50 PS12 live
Domenica 22 alle ore 12 PS17 live

 

La vera novità, però, è rappresentata dall'entrata in gioco di Red Bull Tv. Accessibile gratuitamente da PC, smartphone (mediante app dedicata), smart TV, o TV App Red Bull, offrirà un’ampia copertura delle gare.

Programma: 
Venerdì 20 alle ore 22,00 sintesi del giorno 1 della durata di una trentina di minuti.
Sabato 21 dalle ore 11,50 diretta dalla durata di circa 75 minuti con tanto di live direttamente dalla PS12. Alle 22,00 sintesi del giorno 2 come avvenuto il giorno precedente.
Domenica 22 alle ore 22,00 sintesi finale con tutti gli high lights, premiazioni dal service pack per una durata di circa 40 minuti.