Wrc, ADAC Rally di Germania - La sfida franco-belga sbarca in terra teutonica

Dopo il Rally di Finlandia, che ha riscritto, ancora una volta il mondiale, riparte il WRC. E lo fa nell'insidioso ADAC Rally, dove vigneti e muretti sono sempre pronti a far festa ai driver.

Wrc, ADAC Rally di Germania - La sfida franco-belga sbarca in terra teutonica
Wrc, ADAC Rally di Germania - La sfida franco-belga sbarca in terra teutonica

4 Rally a fine stagione, 100 punti in palio, 2 piloti a contendersi il titolo, 1 sola corona. La battaglia tra il Re francese Ogier e l'Imperatore belga Neuville riprende in terra tedesca, per l'edizione 2017 dell'ADAC Rally. In questa lotta serratissima i due piloti stanno dando tutto, soprattutto il belga che ha rimontato tutto lo svantaggio fino ad azzerarlo. In Germania, Thierry ha già vinto una volta, ma Ogier conosce benissimo questi tipi di strade già dai tempi di VW grazie ai tantissimi km percorsi per lo sviluppo.

Un Rally asfaltato, che presenta repentini cambi di grip e con strade che si sporcano via via che i vari equipaggi passano, andando a favorire maggiormente chi parte davanti. Si passa da strade strette in mezzo ai vitigni a strade larghe delle ex basi militari, dove è situata la famosa Panzerplatte. Il margine di errore è solitamente molto basso e immensi campi d'uva o enormi pietre anti carro armato son sempre pronti ad accogliere con "entusiasmo" qualsiasi errore dei piloti. Oltre ai due che si giocano il Mondiale, sembra voler fare sul serio anche la Citroen che ha recentemente fatto provare la propria C3 a sua Maestà Sebastien Loeb, per poter capire dove migliorare l'auto.

In Germania infatti i francesi hanno deciso di schierare nuovamente Mikkelsen, al fianco di Meeke, che intanto ha già piegato la sua C3, durante la prova spettacolo. In casa Ford saranno al via come al solito Tanak, Evans e Suninen, ma non Ostberg, rimpiazzato da Armin Kremer. Niente di invariato in casa Hyundai e Toyota con le varie formazioni più che affermate e con un possibile occhio di riguardo allo specialista Dani Sordo. Dopo la PS Spettacolo di apertura, la vera battaglia inizierà il venerdi mattina con un totale di oltre 100km di Ps a fine giornata. Il Sabato sarà il turno della storica Ps Panzerplatte, 41km, e di un totale di oltre 120km. La domenica sarebbe quasi una semplice formalità con neanche 60km di Ps, se non fosse per la Power Stage finale e i 5 punti extra in palio, che in un campionato tiratissimo come questo potrebbero fare molto comodo.

Quindi si ricomincia dalla terra teutonica per un mini campionato di 4 gare e 2 piloti a contenderselo, con Ogier in cerca di conferme e Neuville in cerca di gloria eterna.

Ps: Attenti ai vigneti, perché i vini in edizione limitata con i nomi dei piloti sono molto frequenti!

Articolo di Kevin Creatini