SBK Misano: doppietta Kawasaki con Sykes dominatore assoluto, Melandri 3°

Non ci sono avversari che tengano e Sykes "prende e se ne va", lo segue il team mate Baz, chiude il podio Marco Melandri. Deluso Giugliano che dovrà riscattare la sua 9° posizione in Gara2. Guintoli 5°.

SBK Misano: doppietta Kawasaki con Sykes dominatore assoluto, Melandri 3°
fonte: Omnimoto

Poco da fare per gli avversari  quando Tom Sykes e la sua verdona sono in forma, un dominio di un intero weekend, Sykes infatti partiva dalla pole position. Non male nemmeno il giovane Loris Baz, suo compagno di squadra, che piazza le ruote della sua Kawasaki giusto dietro all'inglese facendo realizzare a Kawasaki una doppietta di tutto rispetto, già la quinta per il 2014. Medaglia di bronzo per il nostro Marco Melandri.

Il secondo di classifica, Sylvain Guintoli taglia il traguardo "solamente" quinto, lasciando a Sykes importanti punti in campionato, in gara 2 ci sarà da lavorare per ricucire il gap. Dietro un Melandri che dichiara "Le Kawasaki ci hanno umiliato!", troviamo la Ducati di Davies lasciato da solo a portare i colori della casa di Borgo Panigale. Scoraggiatissimo infatti è Giugliano che dopo una Superpole da urlo giunge alla bandiera  a scacchi solamente ottavo detro a Elias (ottimo in inizio gara, colpevole di qualche errore) e Rea.

La top 10 è chiusa da Laverty e Haslam. Gli altri italiani sono Badovini, Canepa, Corti, Goi (wild card) che coprono rispettivamente le posizioni dalla 11esima alla 15esima.  Russo al suo debutto su Kawasaki è 17esimo. Non giunti a fine gara invece Baiocco e Andreozzi.

Per Gara2 gli Italiani cercheranno il riscatto, soprattutto Melandri e Giugliano, alle 13.10 su Italia uno la diretta.

Classifica Gara1, Misano World Circuit Marco Simoncelli

01- Tom Sykes – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – 21 giri in 33’46.932
02- Loris Baz – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 5.012
03- Marco Melandri – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – + 6.417
04- Chaz Davies – Ducati Superbike Team – Ducati 1199 Panigale R – + 7.783
05- Sylvain Guintoli – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – + 16.248
06- Toni Elias – Red Devils Roma – Aprilia RSV4 Factory – + 17.399
07- Jonathan Rea – Pata Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR SP – + 21.162
08- Davide Giugliano – Ducati Superbike Team – Ducati 1199 Panigale R – + 26.393
09- Eugene Laverty – Voltcom Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 26.842
10- Leon Haslam – Pata Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR SP – + 40.600
11- David Salom – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 42.064 (EVO)
12- Ayrton Badovini – Team Bimota Alstare – Bimota BB3 – + 46.219 (EVO) *
13- Niccolò Canepa – Althea Racing – Ducati 1199 Panigale R – + 46.804 (EVO)
14- Claudio Corti – MV Agusta Reparto Corse – MV Agusta F4 RR – + 48.909
15- Ivan Goi – Racing Team Ducati – 1199 Panigale R – + 50.429 (EVO)
16- Sylvain Barrier – BMW Motorrad Italia Superbike Team – BMW S1000RR – + 52.452 (EVO)
17- Christian Iddon – Team Bimota Alstare – Bimota BB3 – + 53.155 (EVO) *
16- Jeremy Guarnoni – MRS Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 1’02.476 (EVO)
17- Riccardo Russo – Team Pedercini Racing – Kawasaki ZX-10R – + 1’11.815 (EVO)
18- Bryan Staring – IRON BRAIN Grillini Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 1’23.649 (EVO)
19- Peter Sebestyen – BMW Team Toth – BMW S1000RR – a 1 giro (EVO)