SBK, Kawasaki pronta per il Lausitzring

Jonathan Rea e Tom Sykes arrivano al round tedesco separati da 46 punti. Il Campione del mondo in carica cerca la fuga in classifica, il compagno di squadra vuole ridurre il gap. Nuovo scenario per la lotta al titolo è il Lausitzring, dove la Superbike approda questo weekend dopo la lunga pausa estiva.

SBK, Kawasaki pronta per il Lausitzring
foto: Getty Images

Il Mondiale Superbike torna dopo due mesi di stop per il rush finale di questa stagione che fino ad ora ha visto dominare la Kawasaki. La squadra Campione del mondo in carica è sul punto di riconfermare il titolo grazie a Jonathan Rea, leader della classifica con ben 46 punti di vantaggio sul compagno di box, Tom Sykes. I due arrivano da favoriti anche al Lausitzring, dove il Campionato delle derivate di serie torna dopo quasi dieci anni per riaprire una stagione ferma ormai da inizio luglio.

Un problema tecnico ha fermato la corsa di Jonathan Rea a Laguna Seca, permettendo così a Sykes di riavvicinarsi e ricucire il gap, che resta comunque importante. Anche in Germania l’inglese proverà ad insidiare il connazionale, che però sembra sempre più lanciato verso il secondo iride (nessuno è mai riuscito a confermarsi per due anni consecutivi dopo Carl Fogarty nel 1999).

foto: Getty Images
foto: Getty Images

La Superbike ora è approdata in Germania, dove sul tracciato del Lausitzring andrà in scena questo weekend il decimo appuntamento di questo mondiale che sembra ormai saldamente nella mani di Kawasaki, che qui ha effettuato dei test, così come altri team durante la lunga pausa estiva. Il Campione del mondo in carica è rimasto soddisfatto del lavoro svolto durante le prove svolte durante lo stop del mondiale, dove ha continuato comunque ad allenarsi per arrivare alla ripresa al 100%: “Sono stato al Lausitzring poco tempo fa con la Ninja ZX-10R ed è stato importante provare la moto su un tracciato come questo. Anche i nostri rivali hanno svolto dei test, per questo non potevamo rimanere indietro. La pausa è stata molto lunga, nelle prime settimane mi sono rilassato in casa. Poi ho ricominciato a lavorare per poter arrivare al finale di stagione in ottime condizioni fisiche. Ho lavorato sodo in palestra, facendo motocross e ciclismo”. Ma ora è il momento di tornare sulla moto, il campionato si avvia verso la fine e l’obiettivo è solo uno, vincere: “Queste ultime quattro gare arrivano una dietro l’altra ed è importante avere un bel ritmo. Personalmente, le vedo più come un blocco unico che come gare a sé stanti. L’obiettivo in Germania sarà incrementare il vantaggio in classifica il più possibile”.

foto: Getty Images
foto: Getty Images

Rea vuole scappare, ma ad inseguirlo c’è il suo compagno di box. Tom Sykes, che nella prima fase di stagione era rimasto più attardato, ha recuperato un gap importante rilanciandosi in chiave titolo. 46 punti di svantaggio sono tanti, ma il Campione del mondo 2013 non si arrende e, forte del successo di Gara 2 a Laguna Seca e degli ottimi risultati nelle gare precedenti, è determinato a continuare su questa linea positiva. Anche lui, come Rea, si è recato al Lausitzring per dei test: “Ho girato con la Ninja ZX-10R in una giornata che ha organizzato Kawasaki poco tempo fa durante la pausa estiva. Ho vinto anche una gara al Lausitzring anni fa, quando correvo nelle gare di roadbikes”. Il lungo stop della Superbike è servito a ricaricare le batterie e l’inglese è pronto ad affrontare il weekend tedesco e gli altri che verranno, su piste dove storicamente ha ottenuto grandi risultati: “Ho avuto una bella estate, però non vedo l’ora di risalire in moto e provare a mantenere o a migliorare il ritmo che avevo prima della pausa. Il circuito mi piace per le curve e per il layout, ma credo che alcune zone del tracciato siano troppo strette”.

foto: Getty Images
foto: Getty Images