SBK, Ducati: in Germania per fermare il dominio Kawasaki

Si torna in pista e le due Ducati proveranno ad insidiare le più favorite Kawasaki, con Jonathan Rea lanciato verso il secondo titolo. Chaz Davies e Davide Giugliano sono pronti a dare il massimo al Lausitzring.

SBK, Ducati: in Germania per fermare il dominio Kawasaki
foto: da web

La lunga pausa estiva della Superbike è ormai terminata ed il Mondiale torna in pista, sull’inedito tracciato del Lausitzring. Mancano solo quattro appuntamenti e siamo ormai entrati nelle fasi finali di questa stagione, che ha visto dominare le Kawasaki. Jonathan Rea è lanciato verso il secondo titolo consecutivo e l’unico che può ora insidiarlo è il compagno di squadra, Tom Sykes. Le speranze ad inizio campionato erano riposte sulle due Ducati, che però non hanno trovato la costanza necessaria per poter impensierire la Casa giapponese.

Chaz Davies ha conquistato quattro vittorie in questa stagione, restando a secco per ben otto gare. L’irregolarità non ha premiato il gallese, che ora si ritrova ad inseguire anche Sykes, apparso più in ombra nelle fasi iniziali, ma tornato competitivo più in avanti. Il pilota Ducati è ormai tagliato fuori dalla lotta per il titolo, ma spera di potersi riscattare in Germania, rovesciando i risultati negativi delle ultime manches. La pausa estiva è servita per ricaricare le batterie e per conoscere il nuovo tracciato su cui il Campionato delle derivate di serie correrà questo weekend. Le sensazioni sono buone ed a Borgo Panigale le aspettative sono alte: “Abbiamo avuto una lunga pausa estiva, ma sono sempre rimasto attivo e mi sento più che pronto a ricominciare a correre. Fisicamente mi sento bene e credo che abbiamo fatto un significativo passo in avanti negli ultimi test al Lausitzring e a Misano. In entrambi ho avuto le buone sensazioni che speravo di avere e ho lasciato i circuiti felice. Ma la gara è sempre qualcosa di diverso. Il Lausitzring è impegnativo, ci sono avvallamenti, quindi sarà importante lavorare bene sul setup. È un tracciato nuovo per tutti, quindi sarà impossibile fare previsioni, ma sono fiducioso e motivato”.

foto: WorldSBK.com
foto: WorldSBK.com

Anche Davide Giugliano ha avuto l’opportunità di fare dei test al Lausitzring durante la lunga pausa estiva. Il pilota romano, ora al centro del mercato piloti, si avvia verso la fine della sua avventura in Ducati, ma la determinazione a far bene anche in Germania non manca. Giugliano è forte del podio di Gara 2 a Laguna Seca e di bei risultati che nelle ultime gare hanno riscattato un inizio di stagione decisamente sotto le aspettative. Arriva il rush finale di questo Mondiale ed il centauro della Ducati vuole concluderla al meglio prima di cedere il posto a Marco Melandri. Gli obiettivi per questo weekend sono chiari, nonostante il romano ammetta che il Lausitzring non sia uno dei suoi circuiti preferiti: “Siamo stati inattivi per un po’ troppo tempo e, nonostante mi sia allenato sulla moto quasi tutti i giorni tra motocross e motard, non vedo l’ora di tornare sulla mia Panigale R. Arriviamo in Germania con degli obiettivi e prima di tutto vogliamo continuare sulla linea positiva delle ultime quattro gare. Il Lausitzring ha molti avvallamenti e non rientra tra i miei circuiti preferiti in termini di layout. Ma siamo pronti a fare il massimo dopo aver raccolto dati utili ed importanti durante i test. Misano ha delle caratteristiche in comune con il Lausitzring e, durante gli ultimi test ad agosto, abbiamo trovato un buon bilanciamento e abbiamo avuto un buon feedback”.

foto: Getty Images
foto: Getty Images