SBK, Lausitzring: Torres comanda le FP1, Savadori in testa nelle FP2

Jordi Torres e Lorenzo Savadori sono i leader della prima e seconda sessione di prove libere in Germania, dove la Superbike è tornata dopo il lungo stop. Più attardati nel primo turno i top rider, che risalgono nel pomeriggio.

SBK, Lausitzring: Torres comanda le FP1, Savadori in testa nelle FP2
foto: WorldSBK.com

Torna il Mondiale Superbike e ricomincia l’attività in pista: al Lausitzring si è conclusa la prima giornata di prove e la stagione è rientrata nel vivo, dopo la lunga pausa estiva. Si ricomincia da Jordi Torres, che in mattinata ha fatto segnare il miglior tempo, mentre nel secondo turno ad imporsi è stato Lorenzo Savadori. Come di consueto, la seconda sessione è valida per l’accesso in Superpole 2 nelle qualifiche di domani, che definiranno la griglia di partenza.

La prima sessione di prove libere si è dunque conclusa nel segno di Torres, che in sella alla sua BMW ha fatto segnare il miglior crono proprio nel finale. Lo spagnolo si è piazzato davanti ad Alex Lowes, in testa per gran parte del turno e poi secondo a soli 97 millesimi. Ottimo il terzo tempo di Leon Camier, che con la sua Mv Agusta resta a poco più di un decimo. Seguono poi i due piloti Honda: Michael Van Der Mark precede Nicky Hayden e si prende il quarto tempo, mentre lo statunitense gli è dietro, staccato di quasi due decimi dal compagno di squadra. In sesta posizione troviamo Tom Sykes, primo dei top rider. L’ex Campione del mondo è il primo a superare la soglia del mezzo secondo di ritardo e precede l’idolo di casa, Markus Reiterberger, che al Lausitzring torna dopo l’infortunio. Più indietro si piazza Chaz Davies, che in sella alla Ducati precede Sylvain Guintoli, tornato dopo l’incidente di Imola che lo ha tenuto lontano dalla pista per quattro mesi. Chiude la top ten Jonathan Rea, mentre Davide Giugliano è undicesimo. Da segnalare le cadute di Luca Scassa, Pawel Szkopek e Alex De Angelis, fortunatamente senza conseguenze.

Nel pomeriggio è invece Lorenzo Savadori ad imporsi in una sessione caratterizzata dalla bandiera rossa, causata dalla caduta di Josh Brookes (il pilota del team Milwaukee BMW sta bene). Savadori si è dunque portato davanti a tutti, chiudendo il turno davanti al pilota di casa, Markus Reiterberger, autore del secondo crono. I due sono separati da soli 34 millesimi, mentre segue Tom Sykes, in risalita dopo la prima sessione. L’inglese della Kawasaki resta ad un decimo dal pilota Aprilia ed è il primo dei top rider. Quarto tempo per Chaz Davies, che precede Nicky Hayden. I due, molti vicini, accusano quasi tre decimi di ritardo da Savadori. Chiude con il sesto tempo Sylvain Guintoli, davanti al compagno di squadra Alex Lowes, protagonista di una caduta senza conseguenze. Si conferma in forma Leon Camier, che con la MV Agusta si porta in ottava posizione, davanti al leader della mattinata, Jordi Torres. Chiude la top ten Jonathan Rea, che accusa un ritardo già più importante, quasi sei decimi. Undicesimo Michael Van Der Mark, mentre Davide Giugliano non va oltre il tredicesimo tempo.