SBK, Jerez: Superpole e record per Tom Sykes

Gran giro del pilota Kawasaki, che conquista la Superpole e precede Jonathan Rea, secondo. Chiude la prima fila Giugliano. Settimo Davies.

SBK, Jerez: Superpole e record per Tom Sykes
foto: Getty Images

È Tom Sykes a dettare legge sul circuito di Jerez de la Frontera nella penultima Superpole stagionale. L’inglese della Kawasaki è autore di un giro stratosferico proprio nel finale e straccia il record del tracciato, andandosi a prendere la prima posizione, irraggiungibile da tutti gli avversari. 1:39.190 il tempo di Sykes, che abbassa di un secondo il miglior giro, infliggendo un distacco importante al compagno di squadra e diretto rivale nel mondiale. Jonathan Rea riesce a chiudere il sabato di qualifica in seconda posizione, a 4 decimi dal vicino di box. Per il Campione del mondo in carica è stato impossibile riprendere il connazionale, restando così sulla seconda casella e precedendo Davide Giugliano. Il romano, tornato in pista dopo lo stop forzato di Magny-Cours, chiude la sua Superpole con il terzo tempo e chiude così la prima fila. Ancora dolorante, il pilota Ducati accusa un ritardo di quasi otto decimi dal poleman e sa che la gara sarà sicuramente complicata.

Apre la seconda fila Alex Lowes, quarto con la sua Yamaha. L’inglese precede Nicky Hayden, quinto nel finale dopo essere stato in testa per parte del turno. Chiude un deluso Chaz Davies, solo sesto alla fine e a ben nove decimi da Sykes. Non una qualifica gratificante per il gallese, ancora matematicamente in corsa per il titolo, ma con poche probabilità di tenere viva la lotta.

Alle spalle di Davies troviamo Jordi Torres, settimo e con tempo assolutamente identico al pilota Ducati. Lo spagnolo però apre la terza fila, dopo essere stato costretto a passare per la Superpole 1 a causa dell’undicesimo tempo della seconda sessione di prove libere. Il pilota BMW precede Xavi Forés, ottavo dopo un ottimo avvio di weekend (suo è stato il miglior crono nella prima sessione di libere). Nono è Sylvain Guintoli, primo pilota ad andare oltre il secondo di ritardo, mentre chiude la top ten Leon Camier. Di poco fuori dai primi dieci l’altra Honda, quella di Michael Van Der Mark, undicesimo. L’olandese precede Anthony West, dodicesimo dopo essere riuscito a passare alla Superpole 2. 

TEMPI SUPERPOLE 2 

 TEMPI SUPERPOLE 1