Sorpresa Stapleford in Supersport! Fa sua la pole davanti a Sofuoglu e Krummenacher

Il britannico della Triumph sorprende tutti e sigla la pole, davanti al cannibale turco e allo svizzero, entrambi alfieri della Kawasaki.

Sorpresa Stapleford in Supersport! Fa sua la pole davanti a Sofuoglu e Krummenacher
Worldsbk.com.

Grandissima sorpresa nella Superpole del Gp del Qatar, nella Supersport. È Luke Stapleford, con la Triumph del Profile Racing Team a centrare il colpo grosso, beffando sul fil di lana Kenan Sofuoglu. 3° tempo per Randy Krummenacher, che con la seconda Kawasaki del team Puccetti, chiude la prima fila. 6° Jules Cluzel, mentre deludono gli italiani, con Baldolini 4° e Badovini 8°. 

SUPERPOLE 1- La sessione di ammissione alla Q2 vede chiudere in testa proprio Luke Stapleford, che sigla il miglior tempo della sessione in 2.02.379, con il quale anticipa Zulfahmi Khairuddin, fermatosi a 25 centesimi dal britannico in 2.02.614. 3° tempo, con beffa, per l'italiano Federico Caricasulo, che non supera il taglio per 5 centesimi. Male Roberto Rolfo 19°, cosi come Lorenzo Zanetti, fermo al 21° posto dopo i problemi delle Fp3. 

SUPERPOLE 2- La seconda sessione di qualifiche vede issarsi in testa alla classifica Luke Stapleford, che con la sua Triumph Daytona 675 beffa per 59 millesimi Kenan Sofuoglu. Il britannico fa segnare il tempo di 2'21"621, utile a superare il cannibale turco che si ferma in 2.01.680. 3° tempo, a chiudere la prima fila, per Randy Krummenacher, miglioratosi dopo l'opaca FP3 e chiude con il tempo di 2.01.851. 

Primo italiano in griglia, con il 4° tempo Alex Baldolini, che fa segnare il tempo di 2'02"008 a 387 millesimi dal sorprendente britannico. Seguono il britannico Kyle Smith con il tempo di 2.02.025 e Jules Cluzel, 6° con la sua Mv Augusta con il tempo di 2.02.034. 7° tempo per il sorprendente Zulfahmi Khairuddin, che chiude in 2.02.103. 8° tempo, e 2° miglior italiano in griglia, per Ayrton Badovini, che aveva brillato nelle prove libere. Per il centauro del Team Lorini il tempo di 2.02.162, davanti allo statunitense Peter Jacobsen, 9° con la Honda ufficiale in 2.02.224. Chiude la top 10 Christoffer Bergman in 2.02.507. 11° tempo per il britannico Kyle Ryde, seguito dall'italiano Michael Canducci.