SBK, Aragon: in Gara1 vince ancora Rea

Rea trionfa per la quinta volta nel 2017, davanti a Melandri e Sykes. Davies cade a due giri dal termine quando era primo.

SBK, Aragon: in Gara1 vince ancora Rea
SBK, Aragon: in Gara1 vince ancora Rea

Oggi è sabato, e in un weekend di Superbike il sabato è il giorno di Gara1. Ad Aragon abbiamo assistito alla quinta vittoria stagionale su cinque di Jonathan Rea, vittorioso dopo una lunga lotta con Chaz Davies, terminata a due giri dalla bandiera a scacchi per la caduta dello stesso Davies. Secondo posto per Marco Melandri (Ducati), terzo per Tom Sykes. Ancora due Kawasaki sul podio.

CRONACA GARA1 - Parte dalla pole la Panigale di Chaz Davies, che in mattinata si è guadagnato il primo posto migliorando il crono di Rea e di Sykes. Apre la seconda fila Melandri, davanti a Fores e Torres. Scattano bene Davies e Rea, che in poche curve prende la testa della corsa; inseguono Melandri e Sykes. Nel corso del giro seguente Davies riesce a riprendersi la prima posizione, anche se Rea non sembra intenzionato a mollare il rivale. Nel frattempo Sykes, dopo aver passato Melandri, cerca di avvicinarsi al duo. Poco dopo però viene attaccato dallo stesso Melandri e torna quarto.

Xavi Fores, che stava conducendo un’ottima gara in quinta posizione, cade. A 11 giri dal termine Rea passa nuovamente Davies, ma quest’ultimo non ci sta e risponde alla grande. Il ritmo dei due appare simile quindi molto probabilmente fino alla fine assisteremo ad una lotta serrata tra i due, sempre vicinissimi. Melandri ha decisamente allungato su Sykes e si sente più sicuro del suo posto sul podio. La bagarre tra i primi si accende e durante gli ultimi tre giri quasi non c’è il tempo di respirare.

Davies oggi ha una grinta maggiore, grinta che lo porta ad un errore a pochi chilometri ed è costretto ad abbandonare la gara. Lascia così la vittoria a Rea, primo davanti a Melandri e Sykes. Lowes quarto dopo una bella rimonta, van der Mark quinto, Torres seseto e Mercado settimo. Chiudono la top10 Laverty, Bradl e Hayden.