WSBK, GP di Francia - Rea comanda anche le FP2

Il centauro della Kawasaki, che in Francia potrebbe laurearsi iridato per la terza volta, mette in chiaro le cose e si conferma il più veloce di tutti. Cresce Van der Mark, 2°, seguito dalle Ducati e da Savadori, buon 5°.

WSBK, GP di Francia - Rea comanda anche le FP2
worldsbk.com

Dopo aver completato la prima sessione di prove libere in testa, Jonathan Rea si conferma il più veloce anche nella seconda sessione di prove libere del Gran Premio di Francia a Magny-Cours. Il nordirlandese, che va verso il terzo iride, abbassa di oltre 1" il tempo della mattinata e rifila distacchi abbastanza ampi a tutti i rivali, a partire da Michael Van der Mark, 2° a quasi 5 decimi da Rea. 

Il centauro della Kawasaki stampa il tempo di 1'37"489, a cui nessuno riesce a replicare. A differenza della prima sessione, poi, Rea non trova nessuna difficoltà e scava un bel solco con gli avversari, a partire dall'olandese Michael Van der Mark, che si piazza in seconda posizione con il crono di 1'37"928 a 439/1000 da Rea. Marco Melandri, proprio nel finale, si va a prendere il terzo posto provvisorio, con il personale di 1.37.996 con 477 millesimi di ritardo dal nordirlandese della Kawasaki. 

Migliora e sale al quarto posto anche Chaz Davies, che completa il suo miglior giro in 1'27"980 a +491/1000, seguito da Lorenzo Savadori, che perde due posizioni, ma si conferma tra i migliori, grazie al quinto tempo in  1'38"016, a cui Rea rifila 527/1000. 

Soltanto 7° tempo per Leon Camier, che aveva brillato nelle FP1. Il centauro della MV finisce dietro a Xavi Forès, 6°, per un solo millesimi, ma a 543 millesimi da Rea, che equivalgono ad un tempo di 1'38"032, mentre Forès ferma le lancette in 1'38.031. Scala in ottava posizione Alex Lowes, che nonostante qualche acciacco, si mantiene a contatto con i primi e sigla il tempo di 1'38"133, davanti a Eugene Laverty, che dopo una prima sessione in chiaroscuro, risale e si ferma al 9° posto, in 1'38.152. 

Ancora decimo tempo, a completare la Top10, per Tom Sykes, che si avvicina ai rivali, con il crono di 1'38"217 a soli 7 decimi da Rea. 11° posto per Tati Mercado, seguito dal rider della BMW, Jordi Torres, che precede il compagno di team Raffaele De Rosa, 13°. 14° tempo per Ramos, seguito da Davide Giugliano e da Ayrton Badovini, entrambi a 2"2 da Rea. 

Alle spalle del duo italiano, seguono West, Russo e Andreozzi, con Jezek, Gagne e Lussiana a completare la classifica.