Wimbledon 2018, insidia australiana per Nadal

Wimbledon 2018, insidia australiana per Nadal

Il maiorchino sfida De Minaur, ottavi in palio.

vavel
VAVEL

Terzo impegno a Wimbledon per Rafa Nadal. In archivio le affermazioni con Sela e Kukushkin, alle porte il confronto, sul campo centrale, con Alex De Minaur. 6-0 il conto set, implacabile il maiorchino, in crescita e pronto a prendersi una rivincita in un torneo che non doma dal 2010 - anno del suo secondo trionfo nel tempio della racchetta. Nadal parte ovviamente con i favori del pronostico, un'era divide i due contendenti. In questo senso giungono in soccorso i numeri. Per De Minaur si tratta della prima parentesi a Wimbledon, in generale è la sesta apparizione slam. 

Pro dal 2015, è la speranza di casa Australia. Ha 19 anni e un talento con pochi eguali nel circuito, somma al bagaglio tecnico una spiccata personalità. L'esame odierno è probante, oltre la rete un giocatore che da circa quindici anni - nel 2003 terzo turno a Wimbledon per Nadal - domina in coabitazione con Federer la scena. Il rischio è di accusare di colpo la pressione del palcoscenico, De Minaur deve reggere l'urto con l'imponenza del Centre Court e al contempo uscire dalla ragnatela spagnola. 

Due vittorie in quattro set al momento, prima con Cecchinato, poi con il transalpino Herbert, profilo temibile quando si parla di erba. I risultati pre-Wimbledon sono incoraggianti, finale nel Challenger di Surbiton - KO con Chardy - titolo nel Challenger di Nottingham - trionfo con Evans. Nel successivo torneo ATP di Nottingham, qualificazioni e scivolone con Kukushkin. Facendo un passo indietro, di rilievo l'atto ultimo conseguito sul veloce di Sydney - sconfitta con Medvedev - come la semifinale a Brisbane. Risultati che certificano la bontà del giocatore in questione, che espongono Nadal a qualche rischio. Abbiamo più volte sottolineato la necessità, per il maiorchino, di trovare ritmo e confidenza con la superficie. De Minaur può essere utile per sciogliere alcuni interrogativi. 

In caso di successo, porte spalancate per gli ottavi, all'orizzonte un incrocio con Vesely o Fognini. Nadal avanza, con cautela, la sua candidatura, una minaccia australiana offusca il cielo spagnolo. 

VAVEL Logo