ATP/WTA Madrid: l'eleganza della Vinci, il cuore di Vanni, finalmente Fognini

Tre affermazioni azzurre nel lunedì spagnolo. Roberta doma la Cornet, Luca si prende il successo più bello, Fabio sconfigge la maledizione primo turno.

ATP/WTA Madrid: l'eleganza della Vinci, il cuore di Vanni, finalmente Fognini
ATP/WTA Madrid: l'eleganza della Vinci, il cuore di Vanni, finalmente Fognini

Si colora d'azzurro il lunedì di Madrid, tre vittorie diverse, tutte bellissime. Fabio Fognini, il tennista di maggior peso nella spedizione italiana, sconfigge Santiago Giraldo d'autorità e per la prima volta dal 2009 supera lo scoglio d'esordio. Partita dominata dal talento di Fognini, Giraldo è un ottimo avversario, perché propone a Fognini palle sempre simili a se stesse, senza variazioni o cambi di ritmo. Il primo gioco al servizio di Giraldo è l'unico senza storia, da lì Fognini prende in mano la partita e vola dall'1-2 al 5-2, con una sbracciata di dritto in recupero che stende il colombiano. Nel secondo set un mini-passaggio a vuoto sul 4-1, Fognini perde il servizio e consente il rientro a Giraldo, fino al 4-3 0-40. L'azzurro risale fino alla parità, difende un'altra chance di rottura e si porta sul 5-3. Giraldo si arrende poco dopo.

Impresa vera quella di Luca Vanni, giunto nel tabellone principale dopo la selva oscura delle qualificazioni. Vanni si confronta alla pari con Bernard Tomic, uno degli interpreti più accattivanti della nuova generazione della racchetta. Perso il primo set per 6 giochi a 3, Vanni resta incollato al rivale nel secondo, ribatte colpo su colpo, annullando 5 palle break e sfruttando l'unica opportunità a favore. Nel terzo dominano i servizi, fino al prolungamento. Il tie-break si tinge d'azzurro, 7-1.

Non manca un tocco di rosa a completare una giornata fantastica. Roberta Vinci gioca una delle migliori partite della carriera, dimenticando per un giorno i recenti problemi al gomito. Il tennis della Vinci è meraviglioso e Alizè Cornet deve inchinarsi in due set. La transalpina, perfetta nell'estromettere il giorno precedente una delle favorite, la romena Halep, incappa nella varietà della tarantina. La Vinci non ha pause, gioca sempre al massimo, col servizio, col dritto, con la smorzata, marchio di fabbrica. La Cornet è stordita da un carniere di soluzioni senza limiti. Nel secondo set, nel momento più delicato, quando la Cornet sale di livello e si appaia alla Vinci, l'azzurra si aggrappa al carattere, estrae il meglio nei momenti più difficili, strabilia con un attacco tagliato di rovescio in contropiede. La Cornet, costretta due volte a servire per restare nella partita, cade al dodicesimo gioco. 6-4 7-5 Vinci, che spettacolo.

I risultati del torneo maschile

I risultati del torneo femminile

Il programma odierno