Wimbledon 2015, Djokovic supera Tomic in tre set

Nessun problema per il serbo, bravo a respingere, nel terzo, gli unici sprazzi dell'australiano. Procede spedita la marcia del numero uno, ora atteso dal sudafricano Anderson.

Wimbledon 2015, Djokovic supera Tomic in tre set
Wimbledon 2015, Djokovic supera Tomic in tre set

Novak Djokovic supera il terzo turno con disarmante facilità. Il serbo abusa della pochezza del rivale di giornata, l'australiano Bernard Tomic, per due set, prima di alzare il livello di guardia in un godibile terzo parziale. 

Resta un rebus l'australiano, dotato di indubbio talento, ma non pronto per la grande ribalta. I colpi escono dal braccio con evidente naturalezza, Tomic accarezza la palla, sa giocare, molto bene, ma è come svogliato, pare costretto a indossare divisa e scarpette per scendere in campo. Il Centrale non scuote l'australiano, preso a schiaffi da Djokovic. Il serbo guadagna il primo break già al quarto gioco, 8 punti in fila fissano il punteggio sul 41 e Nole controlla agevolmente, chiudendo 63. 

La partita è piatta, non c'è una scossa emotiva che attiri il pubblico del Centre Court. Si procede a velocità di crociera, Tomic palleggia, Djokovic non ha intenzione di prendersi inutili rischi e puntuale, anche nel secondo set, ecco il break. Il n.1 al mondo aumenta il ritmo sul 33, approfitta delle incertezze di Tomic e scappa. L'australiano scuote ripetutamente il capo, guarda l'erba di Wimbledon, impreca. Quando lo scambio si prolunga, Djokovic esce con il pugno alzato, straordinaria la fisicità del serbo, capace di scivolare sull'erba, cancellando ogni affondo di Tomic. Il crollo verticale del nativo di Stoccarda nel nono gioco, due dritti sparacchiati, un doppio fallo, la resa. 63.

L'ingresso in partita - in colpevole ritardo - di Tomic, nel terzo set, regala momenti di ottimo tennis. Djokovic deve fronteggiare, nel primo gioco, tre palle break. Nole si porta sul 30-40 e attacca profondo. Palla giudicata out, il falco salva Djokovic, riga pizzicata e si rigioca il punto. Penalizzato Tomic, protagonista di un passante vincente. Djokovic torna in sella e tiene la battuta. Il serbo fatica, diventa un duello di sguardi, Tomic si ferma per osservare il rivale, trova soluzioni splendide, nel quarto gioco risale lui da 0-40, mostrando un repertorio d'autore. Palla corta, passante, dritto in contropiede, sono gli ultimi salti di felicità dei sette sostenitori scatenati di Bernard. Sette magliette gialle schiamazzano profanando il Centrale e colorando il pomeriggio inglese. Il punto focale del set nel sesto gioco. Djokovic interpreta alla perfezione il momento decisivo. Taglio a spingere Tomic fuori dal campo, dritto lungolinea che alza la polvere bianca. 42, Nole serve poco dopo per la partita, chiudendo con l'ace al secondo match point. 63.

Risultati:

[1] Novak Djokovic (SRB) d. [27] Bernard Tomic (AUS) 63 63 63
[4] Stan Wawrinka (SUI) d. Fernando Verdasco (ESP) 64 63 64
[26] Nick Kyrgios (AUS) d. [7] Milos Raonic (CAN) 57 75 76(3) 63
[9] Marin Cilic (CRO) vs. [17] John Isner (USA)
[21] Richard Gasquet (FRA) d. [11] Grigor Dimitrov (BUL) 63 64 64
[14] Kevin Anderson (RSA) d. [24] Leonardo Mayer (ARG) 64 76(6) 63
[16] David Goffin (BEL) d. Marcos Baghdatis (CYP) 63 64 62