Us Open 2015, è finale azzurra: la Vinci distrugge i sogni della Williams

Con una partita straordinaria, giocata a viso aperto, con intelligenza e con tocchi magici, Roberta batte Serena e raggiunge l'amica Pennetta in finale!

Us Open 2015, è finale azzurra: la Vinci distrugge i sogni della Williams
Us Open 2015, è finale azzurra: Vinci distrugge i sogni della Williams

Roberta Vinci giocherà contro Flavia Pennetta la finale dell'edizione 2015 degli US Open. Sconfitta Serena Williams nella semifinale che poteva, anzi doveva segnare un altro passo per l'americana verso il completamento del Grand Slam.

Fin dai primissimi scambi si avverte la tensione in Serena, che commette diversi errori e consente alla Vinci di brekkare nel terzo gioco. Il servizio perso, però, rende ancor più cattiva una Williams che non ci sta a fare brutta figura in un Arthur Ashe Stadium stracolmo. L'americana inizia a giocare come lei sa e infila un parzialone di cinque giochi consecutivi, con la tarantina che fa fatica a starle a ruota sul singolo scambio ed è costretta a capitolare nel quarto, nel sesto e nell'ottavo game. Il risultato è la chiusura del set con il punteggio di 6-2 per la numero 1 al mondo, i sogni di Grand Slam dell'americana restano ancora più che vivi.

Il secondo set inizia con una Williams ancora fallosa come nell'avvio del primo, ma brava ad annullare tre palle-break all'azzurra nel gioco di apertura. La Vinci, dal canto suo, è sempre più confidente nei propri mezzi e continua a far breccia sul servizio dell'americana, fino a strapparglielo nel quinto game e a sognare in grande. Come nel primo set, Serena prova a rimontare ma stavolta il recupero non riesce, con Roberta che annulla palle del contro-break nell'ottavo e nel decimo gioco: la Vinci resta solida e concentrata e va a chiudere sul 6-4, portando il match al set decisivo.

Il terzo parziale inizia all'apparenza in discesa per Serena Williams, che brekka subito e prova a scaldare il pubblico, ma Roberta Vinci dimostra di aver ingranato le marce alte e contro-brekka subito. La partita diventa incerta e quindi bellissima, i tifosi a stelle e strisce provano a portare sulle loro spalle una Williams in chiara difficoltà contro una Vinci che vive un pomeriggio splendido e riesce addirittura a portarsi in vantaggio, con il break nel settimo gioco. L'ottavo game è pesantissimo, Roberta lo tiene in piedi annullando due pericolosissime palle-break. Poi, le basta tenere il servizio nel decimo gioco, con dei punti pazzeschi da vera campionessa, per chiudere sul 6-4 e completare

Per Roberta Vinci è la prima finale in un torneo del Grand Slam, è la prima finale tutta azzurra in un torneo del Grand Slam. Ed è soprattutto il coronamento di una carriera vissuta sempre ad inseguire per la tarantina, che dopo le numerose gioie in doppio con Sara Errani, si gode un grande momento tutto per sè.