ATP Monte-Carlo, Robredo rimonta Seppi

L'azzurro, avanti di un break nel terzo set, si spegne, lasciando strada libera allo spagnolo.

ATP Monte-Carlo, Robredo rimonta Seppi
ATP Monte-Carlo, Robredo rimonta Seppi

Termina prematuramente l'avventura sul rosso di Monte-Carlo di Andreas Seppi. Una sconfitta in parte inattesa, visto il momento dei due tennisti e lo svolgimento dell'incontro, dominato da Seppi dall'inizio del secondo set fino al 42 del terzo. Un black-out nella fase cruciale della partita, sancito da un parziale pesante a favore di Robredo, segna la resa dell'azzurro, abbandonato dal servizio e schiacciato dalla maggior convinzione dello spagnolo. Seppi spreca così un'occasione importante per ripetere gli ottavi dello scorso anno, visto l'ostacolo non impossibile al secondo turno, rappresentato da un altro terraiolo, Granollers. 63 16 64 Robredo

L'inizio è a favore del tennista iberico. Dopo uno scambio di break, il primo a cedere è Andreas Seppi. L'azzurro mette in campo un numero esiguo di prime e soffre la vivacità del rivale, bravo a muovere l'italiano e a prendere sempre per primo l'iniziativa. Il gioco piatto, centrale, di Seppi non stuzzica Robredo, che può comandare a piacimento dal fondo. Andreas annulla palla break già nel quarto gioco, per poi cedere definitivamente la battuta nell'ottavo. Due gratuiti e una palla corta che Robredo legge bene e vanifica. 53 e servizio per lo spagnolo, che in poco più di 30 minuti si aggiudica il primo parziale, annullando con un ottimo servizio l'occasione offerta a Seppi. 63. 

Il secondo set segna un'inversione di evidenza eclatante. Seppi è più in partita, gioca all'attacco, diminuiscono gli errori e il servizio diventa arma importante. Robredo sparacchia uno schiaffo al volo e Seppi si porta sul 2-0, concretizzando il break. Vantaggio confermato nel terzo gioco, quando l'azzurro annulla tre palle del contro-break e abbatte le certezze di Robredo. La chance sfumata si ripercuote anche sul servizio dello spagnolo. Arriva un altro break e Seppi diventa padrone della partita, in un lampo è 50 e poi 61, con Robredo spesso fermo al centro del campo, in attesa del terzo e decisivo set. 

L'atteggiamento del tennista spagnolo cambia all'inizio del parziale decisivo. Si segue la legge del servizio fino al 22, qui Seppi, con una grande risposta, lungolinea, sale 15-40, e sfrutta poi il dritto largo di un polemico Robredo per piazzare la zampata. Break confemato da un passante in corsa bellissimo e da alcuni punti di pregiata fattura. Robredo è alle corde, rischia nel settimo gioco, sopravvive tra doppi falli e vincenti, ma non crolla. Seppi, forse convinto di aver in pugno l'avversario, perde in consistenza, è meno incisivo e il servizio sfila via, rapidamente. Non entra la prima, Robredo ne approfitta e si porta in parità. Il 54 Robredo costringe Seppi a servire per restare nella partita. Niente da fare, il destino è ormai scritto, rapidamente si arriva a 0-40 e un dritto comodo, in campo aperto, malamente sbagliato, apre a Robredo le porte del secondo turno.

I risultati di giornata: 

(11) J Tsonga defeats J Struff 64 64
(14) G Monfils defeats A Kuznetsov 46 63 64 
L Pouille defeats D Thiem 64 64 
(16) T Robredo defeats A Seppi 63 16 64
J Monaco defeats J Vesely 64 62 
J Chardy defeats D Schwartzman 75 62 
M Granollers defeats A Mannarino 63 60