ATP Barcellona: buon esordio per Nishikori, oggi Nadal e Fognini

Nishikori supera in due set Gabashvili, mentre Nadal prepara l'esordio con Almagro.

ATP Barcellona: buon esordio per Nishikori, oggi Nadal e Fognini
ATP Barcellona: buon esordio per Nishikori, oggi Nadal e Fognini

Archiviato il 1000 di Monte-Carlo, il circuito ATP intraprende una nuova avventura sul rosso di Barcellona e diversi calibri da novanta puntano a trovare continuità in vista del trittico Madrid - Roma - Parigi. La testa di serie numero uno, il giapponese Kei Nishikori, reduce dal successo dello scorso anno, approccia il torneo con una vittoria mai in discussione contro il russo Gabashvili. La prova del nipponico è convincente, il gioco è fluido, intenso, senza pause. Un break in avvio decide il primo parziale, chiuso per 6 giochi a 3, mentre nel secondo è il quinto game a determinare le sorti della partita. Gabashvili commette un pesante gratuito sul 15-15, finendo fuorimisura col dritto. Nishikori sente il momento e si allarga, lasciando partire, sulla seconda di Gabashvili, un dritto ad uscire in risposta che non ammette repliche. Basta la prima delle due palle-break, perché un doppio fallo, con il nastro che allunga la seconda, determina la rottura e lancia Nishikori. Il russo spreca una piccola apertura sul 15-15 del gioco successivo, quando, con in mano il punto, esagera con lo schiaffo al volo. Teymuraz Gabashvili si lascia andare a plateali segni di nervosismo, mentre Nishikori, imperturbabile, continua a mantenere l'iniziativa, portando in porto il set e l'incontro. 64 il secondo set. 

L'uscita di scena più sorprendente è quella dello spagnolo Fernando Verdasco, estromesso dal qualificato russo Andrey Rublev, classe '97, oltre la trecentesima posizione nella classifica mondiale. Un tie-break decide il primo parziale, nel secondo è invece più netto il divario, decide l'unico break realizzato da Rublev, ma Verdasco mette a referto la miseria di un punto con la seconda. Al termine, polemiche e scontri verbali, con Verdasco che critica aspramente il comportamente oltre il limite di Rublev. 

Si ritira invece, dopo soli tre giochi, Paolo Lorenzi, opposto ad Almagro. Un infortunio ferma l'azzurro, sotto 30 al momento dello stop. Tra le teste di serie impegnate, bene Robredo, 63 62 a Kukushkin, e Bautista Agut, 63 64 a Bellucci. 

Risultati:

N Almagro defeats P Lorenzi 30 
(7) R Bautista Agut defeats T Bellucci 63 64
(1) K Nishikori defeats T Gabashvili 63 64 
A Rublev defeats F Verdasco 76(4) 63 
(10) P Cuevas defeats R Carballes Baena 64 75 
J Sousa defeats K De Schepper 64 36 63 
A Montanes defeats R Berankis 16 64 75 
(9) T Robredo defeats M Kukushkin 63 62 
M Ilhan defeats J Ward 76(2) 36 61 
V Estrella Burgos defeats D Thiem 63 76(3)
J Monaco defeats A Gonzalez 75 61

Debutta quest'oggi Rafa Nadal. Dopo i segnali confortanti lanciati a Monte-Carlo, Rafa punta al titolo a Barcellona. L'inizio non è accomodante, perché sulla sua strada si pone il connazionale Almagro. Fabio Fognini testa l'ardore giovanile di Rublev, mentre ad aprire il programma, sul Campo Centrale, è Marin Cilic. Di fronte al croato l'esperto Estrella Burgos. Sul campo n.1, da segnalare l'esordio di Kyrgios.

Questo il programma ---> Il mercoledì di Barcellona