ATP Pechino 2015: Goffin batte Seppi, Fognini avanza

Andreas cede in due set al belga, Fabio travolge Klizan.

ATP Pechino 2015: Goffin batte Seppi, Fognini avanza
ATP Pechino: Goffin batte Seppi, Fognini avanza

Andreas Seppi e Fabio Fognini in campo insieme, nella mattinata italiana. Si gioca a Pechino, in uno dei tornei d'avvicinamento alle finali di maggior peso. Il destino divide però i due azzurri: da una parte Fognini, bello, perfetto, dall'altra Seppi, titubante, falloso. Fabio supera in due set lo slovacco Klizan e prosegue la sua marcia in Asia, Andreas cede, nettamente , al belga Goffin e chiude, in anticipo, la corsa cinese.

Il sorteggio, avverso, pone Andreas di fronte alla testa di serie n.7 del torneo. Goffin gioca un ottimo tennis, fluido, ha le idee chiare e disegna il campo secondo uno schema ben definito. L'azzurro appare invece come bloccato, timoroso, insegue, ma è sempre in affanno, sugli appoggi, nelle soluzioni. Le maggiori difficoltà, per Seppi, sulla seconda di servizio. Poco consistente, l'azzurro si "apre" alle accelerazioni di Goffin che rompe la partita e veleggia senza problemi fino al 62 del set d'apertura, annullando le poche opportunità di Seppi, lasciando un sol punto con la prima.

Qualche concessione in più nel secondo. Nel terzo gioco, Goffin deraglia con il rovescio e lascia - unica volta nell'incontro - la battuta. Seppi si ritrova sopra per due giochi a uno, con la possibilità di allungare le mani sul parziale. Arriva invece l'immediato contro-break, favorito da un rovescio in rete pigro. Nel gioco successivo, l'ultimo sussulto di Seppi, fino al 15-30, Goffin risale e tiene il servizio. Dal 32, è poi monologo belga, fino al 63 che firma la partita e estromette Andreas dalla competizione.

Fabio Fognini si confronta su altro campo con lo slovacco Klizan. Non c'è partita, perché Fabio è presente di testa e di braccio. La prima rottura all'alba dell'incontro, il viatico perfetto per il 62 del primo set. Il largo margine non deconcentra Fognini, perfetto nel gestire al servizio e nell'entrare in risposta. Comanda e esegue, limitando gratuiti e passaggi a vuoto. La lezione del secondo è ancor più forte, 61 Fognini. 20 punti su 25 con la prima, un colpo di spugna sulle uniche 2 palle break offerte. Un inizio coi fiocchi in attesa di rivali più in palla.

Goffin - Seppi 62 63

Fognini - Klizan 62 61