Atp Queen's, Del Potro costretto ad alzare ancora bandiera bianca

L'argentino di Tandil, dopo la rinuncia al torneo di s-Hertogenbosch in corso di svolgimento in Olanda, alza bandiera bianca anche per la kermesse inglese, antipasto di ciò che avverrà a Wimbledon.

Atp Queen's, Del Potro costretto ad alzare ancora bandiera bianca
Atp Queen's, Del Potro costretto ad alzare ancora bandiera bianca

Juan Martin Del Potro saluta, virtualmente, gli Aegon Championship 2017. Dopo aver saltato il torneo di S-Hertogenbosch, l'argentino di Tandil è costretto a dare forfait anche al Queen's, antipasto ultimo di preparazione a Wimbledon: il sudamericano è ancora alle prese con l’infortunio all’inguine che ha condizionato le ultime prestazioni su terra rossa - a Roma tra le altre - e le settimane di preparazione al torneo londinese e, proprio per perfezionare la condizione fisica, ha preferito alzare bandiera bianca per un'altra settimana e limare gli ultimi dettagli. 

Questo il tweet che ha annunciato il suo forfait. 

L'assenza di Del Potro si aggiunge a quelle di Rafael Nadal, già annunciata da tempo, e a quella di Daniel Evanspadrone di casa che continua a lamentare un problema al polpaccio. 

New entry - Il main draw del torneo inglese è stato dunque ribaltato dalle assenze di due tennisti sopracitati, con il board del torneo che ha annunciato le wild card e i nomi dei fortunati chiamati a partecipare al torneo: James Ward, il giovane australiano Thanasi Kokkinakis ed il britannico Cameron Norrie entreranno quindi in tabellone e saranno in campo a partire da domani.

Il direttore del torneo, Stephen Farrow, a margine della presentazione del main draw, ha così commentato le defezioni: "James e Thanasi hanno avuto delle difficoltà con i rispettivi infortuni negli ultimi anni e siamo onorati di dargli una possibilità di giocare agli Aegon Championship, entrando a far parte direttamente del main draw. James ha già fatto semifinale nel 2011, mentre Thanasi è uno dei talenti più cristallini del circuito e vederlo tornare a giocare sull'erba è un grande piacere. Speriamo nel frattempo che Del Potro ed Evans guariscano presto dai rispettivi guai fisici e di rivederli qui il prossimo anno".